Robot per la sicurezza dei parchi di Mosca

I robot funzioneranno anche in piena notte, sette giorni su sette (Foto: PhotoXPress)

I robot funzioneranno anche in piena notte, sette giorni su sette (Foto: PhotoXPress)

A partire da settembre 2013 alcuni apparecchi creati a Skolkovo e attualmente in fase di collaudo a Zelenograd saranno impiegati nell’area verde di Sokolniki nella capitale russa

Il rispetto dell’ordine pubblico nei parchi di Mosca sta per essere affidato a dei robot. Nelle aree verdi della capitale russa saranno presto messi alla prova i primi sistemi di osservazione automatici in grado di cogliere e reagire al movimento, di catturare immagini e trasferirle a un operatore remoto.

La compagnia “Smp Robotics” con sede a Skolkovo ha sviluppato degli apparecchi capaci di vigilare su una zona delimitata. Aleksei Poluboyarinov, direttore generale della società, si è detto pronto a fornire gratuitamente agli abitanti di Skolkovo, già da settembre 2013, un prototipo del robot “Trail Patrol”.

“Al posto dei sorveglianti in carne ed ossa che si aggirano nei parchi indossando delle deprimenti uniformi nere e muniti di manganelli, le ronde potrebbero essere affidate a dei robot - afferma Poluboyarinov -. Questi sono dotati di una telecamera di sorveglianza capace di catturare immagini sino a ottanta metri di distanza, con un angolo visivo di trecentosessanta gradi".

Quando la telecamera rileva un movimento, prodotto ad esempio da una persona, un’automobile o un cane, mette automaticamente a fuoco sull’oggetto che lo ha causato, seguendone gli spostamenti. Un operatore a distanza, collegato via wi-fi alle immagini registrate dal robot, può decidere se inviare o meno una pattuglia di uomini nel luogo dove è stato rilevato il movimento.

Il robot, che è dotato di quattro ruote a trazione posteriore, è programmato per funzionare ventiquattr’ore al giorno, sette giorni a settimana, a temperature comprese tra i meno 20 e i 40 gradi sopra lo zero.


Il robot verrà utilizzato nel parco Sokolniki di Mosca per una prima fase sperimentale (Foto: smprobotics.ru)

L’apparecchio pesa 129 chili e si muove a cinque-sette chilometri l’ora: la velocità di una normale andatura. Stando a Polubaryanov, la peculiarità del robot è quella di potersi spostare non solo sull’asfalto ma anche su terreni disagevoli, come erba o sentieri sterrati.

Stando ai suoi ideatori, il robot è già stato collaudato nei parchi di Zelenograd, e si è dimostrato efficace anche in condizioni di freddo estremo o in presenza di cumuli neve. Andrei Lapshin, direttore del parco Sokolniki, ha affermato che “Trail Patrol” potrebbe vigilare su un settore dell’area verde.

Il robot, stando a Lapshi, “può dimostrarsi efficace non solo per garantire la sicurezza ma anche per controllare che tutto rimanga al proprio posto e scongiurare atti vandalici o la realizzazione di graffiti”.

Non è dato sapere se, nel caso in cui l’esperimento andasse a buon fine, i prodotti della SMP Robotics saranno acquistati (e in quali quantità) per vigilare permanentemente sulle aree verdi.

Per leggere la versione originale dell'articolo, cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta