Mosca, al via i test dei taxi volanti

Hoversurf
Potrebbero entrare in circolazione nei cieli della capitale russa già nel 2023. Al momento si stanno collaudando i primi prototipi in un’arena coperta dello stadio Luzhniki

I taxi volanti in Russia potrebbero essere presto realtà: all’inizio del 2021 Hoversurf, società russa specializzata in mobilità aerea urbana, ha avviato i test dei primi droni taxi: veicoli volanti capaci di trasportare merci e passeggeri. Lo scrive la rivista Popular Mechanics. 

Così come riporta l’agenzia Tass, citando il servizio stampa del Dipartimento di imprenditorialità e sviluppo innovativo della città di Mosca, il taxi drone ha le dimensioni di un’auto standard (5x1,6m); può raggiungere un’altezza di 150 m e coprire una distanza di 100 km in un solo viaggio. 

Un’altra buona notizia, è che questa macchina non richiede la costruzione di speciali infrastrutture né piste di atterraggio, in quanto può alzarsi in volo e atterrare su una normale superficie; può inoltre spostarsi all’interno di un parcheggio e infilarsi in un garage. Riesce a trasportare due persone o 300 kg di carico a una velocità massima di 200 km/h.

I test del drone taxi si stanno effettuando in un’arena coperta dello stadio Luzhniki. Al momento si sta verificando la modalità di volo Lift & Cruise dove il decollo, l'atterraggio e il volo orizzontale sono resi possibili da alcuni gruppi di motori; si sta inoltre verificando il sistema di paracadute per le emergenze.

L’inventore e businessman Aleks Atamanov, fondatore di Hoversurf, ha iniziato a sviluppare il drone taxi nel 2018. Oltre a questo progetto, la compagnia Hoversurf sta lavorando all’hoverbike (una moto volante), presentata da Atamanov nel 2016.

L'hoverbike può volare per 40 minuti e raggiungere una velocità massima di 96 km/h. Dopo il suo test pubblico durante una conferenza della Startup Village a Skolkovo, l'azienda ha ricevuto 3.500 preordini. Per il momento, le hoverbike sono vendute singolarmente, e ci vuole circa un mese per montarne una, così come ha spiegato lo stesso Atamanov in un’intervista rilasciata a Vc.ru nel 2019.

L'Hover Taxi ha invece più possibilità di entrare nella produzione di massa, ha detto Atamanov alla rivista Popular Mechanics. Secondo lui, entro la primavera del 2021 il governo della città di Mosca costruirà una nuova piattaforma a Skolkovo per testare il drone, che sarà dotato di segnale 5G e di un sistema di controllo basato sull'AI (intelligenza artificiale), capace di mappare i percorsi, gestire il drone e garantire la sicurezza del volo.

Hoversurf prevede di produrre il primo lotto del taxi volante nel 2021; ma si dovrà aspettare fino al 2023-2025 per poterlo vedere nella vita di tutti i giorni, ovvero quando la Russia sarà dotata di una rete 5G e di una legge che permetta l’uso di droni come questo sul territorio nazionale.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie