L’azienda russa Rostec sta per mettere sul mercato una super tuta anti virus

Rostec
Pensata per il personale sanitario, sarà probabilmente in vendita anche al dettaglio, e costerà sui 25 euro. In arrivo pure una mascherina più efficace di quelle finora disponibili

La compagnia russa Rostec ha iniziato la produzione pilota di una nuova tuta antivirus che mira a proteggere da eventuali minacce biologiche. Pesa 500 grammi ed è realizzata in materiale membranoso resistente e copre il corpo dalla testa ai piedi. La tuta può inoltre essere integrata con guanti e un respiratore.

Secondo il sito web ufficiale della società, è stata creata in risposta alla pandemia di Covid-19 in corso, ed è ovviamente destinata principalmente a proteggere gli operatori sanitari. Tuttavia, potrebbe essere utilizzata anche per il degassamento nelle miniere, ad esempio.

“A differenza di altri prodotti analoghi, queste tute offrono infatti una protezione garantita contro agenti biologici (virus, batteri, spore), e sostanze chimiche pericolose (acidi e alcali)”, ha affermato la società.

Il prezzo sul mercato sarà si soli 2.000 rubli (poco meno di 25 euro). “Si prevede di consegnarle sia direttamente alle imprese che alle catene di rivenditori”, ha spiegato l’azienda. Secondo Rostec, la tuta sarebbe dunque disponibile anche per gli acquirenti individuali.

Queste tute speciali sono realizzate da Roskhimzaschita, una sussidiaria di Rostec, con sede nella regione di Tambov, nella Russia sud-occidentale.

Maschere con fotocatalizzatore

Oltre a queste tute, Rostec ha annunciato la produzione pilota di mascherine speciali nel suo stabilimento nella regione di Mosca.

La mascherina utilizza un filtro fotocatalizzatore (la tecnologia si chiama: TIOKRAFT). La maschera filtra le sostanze nocive e le trasforma in acqua e anidride carbonica grazie ai raggi ultravioletti. La maschera proteggerà chi la indossa da agenti patogeni pericolosi come il bacillo di Koch (responsabile della tubercolosi), i batteri e le spore fungine. E ovviamente dai virus, tra cui il famigerato Sars-Cov-2 che causa il Covid-19. Sfortunatamente, la data esatta per la produzione di massa e il prezzo non sono ancora noti.


I medici russi in Italia: “Studiamo gli errori da non ripetere nella gestione dell’epidemia” 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie