L’ospite è (quasi) sempre sacro: come sopravvivere a un invito a casa

Una famiglia russa durante la Maslenitsa.

Una famiglia russa durante la Maslenitsa.

: Valerij Morev / TASS
Togliersi le scarpe all’ingresso, avvisare cinque minuti prima del proprio arrivo e non presentarsi a mani vuote. Ecco come evitare figuracce se un russo vi invita a casa propria

Esiste un pregiudizio consolidato secondo il quale i russi sarebbero un popolo chiuso, scostante e cupo. Tuttavia, i russi hanno verso i propri amici un atteggiamento molto caloroso. Se avete la fortuna di essere invitati a casa di un russo, prima della visita è consigliabile attenersi ad alcune regole che, se verranno scrupolosamente osservate, aumenteranno di gran lunga le vostre chance di produrre una buona impressione sui padroni di casa.

1 Le visite non potranno prescindere dall’osservanza di alcune regole universali del bon ton, come l’accordo preliminare sul giorno e l’ora dell’incontro. Il bon ton consiglia poi di avvertire i padroni di casa 5 minuti prima del vostro arrivo.

2 All’inizio si invita un ospite a non togliersi le scarpe, ma non prendete troppo sul serio questo invito: i padroni di casa facendo così cercano solo di essere gentili. Ogni famiglia russa ha nell’ingresso, accanto alla porta, un armadio apposito dove sono riposte pantofole di tutti i colori e di tutte le misure che vengono generosamente distribuite agli ospiti. Cercate di non offendere i vostri amici russi e infilatevele senza batter ciglio, anche se sono rosa, bordate di pelliccia e con gli strass.

3 Se vivete in Russia e vi viene l’idea di organizzare una serata un po’ vivace (perché no?), cercate di seguire questo consiglio. Prima dell’arrivo degli ospiti bussate alla porta dei vostri vicini di casa e avvertiteli che stasera farete un po’ più rumore del solito. Altrimenti, potrebbero essere altri a bussare alla vostra porta, e non i vostri vicini, bensì le forze dell’ordine.

4 Se una serata si prolunga più del previsto e non ve la sentite di rincasare (il metro non ha ancora riaperto/vi dispiace spendere i soldi del taxi),restate senza farvi problemi. Il numero di ospiti che possono fermarsi a dormire in una casa in Russia non dipende tanto dalla metratura dell’appartamento, quanto dalla quantità di alcol bevuto. Non sorprendetevi dunque se ritroverete qualche altro amico russo nelle vostre stesse condizioni a dormire sul divano del salotto.

Siate pronti a incontrare a casa dei vostri ospiti russi non solo degli amici o dei colleghi, ma anche i loro genitori, le nonne o i nonni, le sorelle o i fratelli, o qualunque altro parente. Il problema della casa in Russia non è stato ancora risolto e quindi per i russi è normale vivere tutti sotto lo stesso tetto. Le dimensioni dell’appartamento non sono così importanti. 

6 I padroni di casa russi sono molto esuberanti, a volte anche troppo. Perciò cercate di arrivare praticamente a digiuno. Se ce la fate, non toccate cibo per tutto il giorno prima di andare ospiti perché, indipendentemente dal vostro appetito, insisteranno molto per farvi mangiare, e parecchio. E anche quando avrete mangiato proprio tutto, nel frigorifero si scoverà  forse ancora qualcosa. Tenere delle riserve in casa per ogni evenienza è un’altra delle prerogative degli ospiti russi. Sarete costretti a mangiare tutto quello che vi metteranno nel piatto, altrimenti i padroni di casa potrebbero davvero offendersi e magari cominciare a farvi bere. Ovviamente della vodka.   

7 Anche se siete in rapporti di amicizia coi vostri padroni di casa, in Russia è buona regola non presentarsi mai a mani vuote. Una bottiglia di vino, della frutta o un certo tipo di carni o di formaggio. Spetta a voi decidere cosa. Dovrete condividerli con loro, quindi siate saggi nella vostra scelta.

Continua a leggere:

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta