Colorificio San Marco, dall’export alla produzione in loco

Pietro Geremia, direttore marketing di Colorificio San Marco S.p.A.

Pietro Geremia, direttore marketing di Colorificio San Marco S.p.A.

: ufficio stampa
Da oltre sessant’anni, il produttore veneziano di vernici e sistemi vernicianti per l’edilizia continua a crescere e a imporsi sul mercato internazionale. Presente in Russia da circa quarant’anni, ha deciso di aprire uno stabilimento nella regione di Kaluga. Obiettivo? Essere più vicino ai suoi clienti

Etica e affidabilità. Possono essere queste le parole chiave per riassumere il successo dell’azienda familiare Colorificio San Marco. Specializzata nella produzione di sistemi vernicianti per l’edilizia, questa realtà imprenditoriale di Marcon, in provincia di Venezia, funziona da oltre sessant’anni. E cresce. Oggi il Gruppo conta sei siti produttivi e tre società commerciali dislocati in Italia e in Europa. Il settimo stabilimento produttivo sta per essere costruito in Russia, nella regione di Kaluga. 

Il perché di questa scelta, lo spiega Pietro Geremia, direttore Marketing di Colorificio San Marco S.p.A. e rappresentante della quarta generazione della famiglia fondatrice. 

“L’apertura della nuova società OOO San Marco Russia contribuirà a soddisfare le esigenze dei mercati locali - spiega il manager -. L’attività dello stabilimento sarà incentrata sulla produzione di pitture e vernici per l’edilizia professionale di largo consumo, articoli che richiedono vicinanza al mercato e competitività dell’offerta”. Una scelta strategica visti i risultati dell’azienda in questo mercato, dove la famiglia Geremia esporta già da diversi anni. 

“La Russia è da sempre uno dei nostri mercati di riferimento - afferma Pietro Geremia -, e l’apertura di un sito produttivo nella Federazione è la naturale evoluzione di una presenza quarantennale sul territorio”. 

Gli edifici dell'azienda. Fonte: ufficio stampaGli edifici dell'azienda. Fonte: ufficio stampa

L’export della società, che conta circa 250 dipendenti, di cui 190 in Italia, tocca ben 100 Paesi e pesa per oltre 40% sul giro di affari complessivo. Su questo dato, le esportazioni in Russia valgono circa l’8% (dato 2016) dell’export globale per un fatturato del 2% (calcolato sull’esercizio 2015). Non sorprende quindi che la nuova struttura produttiva sorgerà in una zona della Russia occidentale che il manager definisce “strategica”: nella città di Lyudinovo, nella regione di Kaluga, situata a 300 chilometri a sudovest di Mosca.

“Siamo presenti in tutta la federazione Russa tramite le nostre rivendite con focus particolare però su Russia Europea - spiega -, attraverso una rete di più di 140 rivenditori locali”. 

Ed è proprio con uno dei rivenditori storici che il Colorificio San Marco ha deciso di lanciarsi in questa nuova avventura. “La nuova società, OOO San Marco Russia, è costituita in partnership con Finest S.p.A., Società Finanziaria per l’internazionalizzazione delle imprese del nord-est e con OOO Vernici, storico partner commerciale di San Marco in Russia”, annuncia il manager.

La squadra dell'azienda in Russia dove sorgerà il nuovo stabilimento. Fonte: ufficio stampaLa squadra dell'azienda in Russia dove sorgerà il nuovo stabilimento. Fonte: ufficio stampa

L’azienda porta avanti il progetto di ampliamento che ha visto anche nuovi investimenti sul territorio con l’ampliamento dello stabilimento di Marcon (Venezia), con nuovi uffici e magazzini, ma anche un piano di acquisizioni tra cui una in Polonia. 

Gli sforzi per la crescita non danneggiano in alcun modo il benessere dei dipendenti del gruppo, al contrario. Il Colorificio San Marco si è aggiudicato il primo premio "Welfare Index PMI 2016" nel settore Industria. Forte di un fatturato di circa 70 milioni di euro e dei suoi sette diversi brand (Colorificio San Marco, Eurobeton, ABC, Tjaralin, Novacolor, Disegno, Farby), la società è pronta a esportare in Russia anche il suo savoir-faire. 

Gli obiettivi del management sono chiari: promuovere la cultura dell’edilizia e del restauro professionale sia per quanto riguarda gli interni che gli esterni, promuovere nuove linee di pitture ad acqua a basso impatto ambientale, rafforzare il rapporto commerciale con i nostri rivenditori locali, unico canale distributivo in Russia di San Marco.

“Ci piacerebbe essere il riferimento etico aziendale per clienti, collaboratori, stakeholder, fornitori e istituzioni locali”, conclude Geremia.

Ti potrebbe interessare anche: 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta