Gli Urali ritrovati: nel cuore di Shadrinsk

Questa città, che diede i natali all’artista sovietico Ivan Shadr, ospita oggi uno dei più grandi impianti per la produzione di automobili
Fondata nel XVII secolo, Shadrinsk è una città dell’Oblast di Kurgan. In quel periodo era il villaggio più grande della Siberia occidentale
La città ospita diverse fabbriche che producono automobili, apparecchi elettrici, telefoni e altri macchinari
L’impianto automobilistico di Shadrinsk (JSC SAAP) è uno dei più grandi produttori di automobili. Nel 1999 è entrato a far parte della Compagnia mineraria e metallurgica degli Urali (UMMC)
JSC SAAP è l’impresa principale della città e vanta una politica aziendale socialmente responsabile: si prende cura dei veterani, segue lo sviluppo educativo e lavorativo dei giovani e sta portando avanti nuovi programmi sociali
Il territorio che circonda l’impianto è deserto, ed è separato dall’area industriale attraverso una recinzione
Incontrare persone qui è cosa rara. Gli unici passanti che si possono incrociare sono operai che preferiscono entrare dall’ingresso secondario
Durante la Seconda Guerra Mondiale, la maggior parte delle fabbriche dislocate nella parte europea dell’Unione Sovietica vennero trasferite negli Urali
Al giorno d’oggi alcune aziende hanno difficoltà a modernizzare i propri impianti di produzione
La scritta indica che la fabbrica è nata nel 1941 da un’officina evacuata da Mosca sotto la direzione di Ivan Likhachev
Ivan Likhachev (1896-1956) è stato un grande statista e industriale, ed è stato a capo dell’Impianto di automobili di Mosca, chiamato ora Impianto Likhachev
Inizialmente, in onore di Stalin, l’impianto si chiamava Fabbrica Joseph Stalin; successivamente Fabbrica automobilistica di Shadrinsk Joseph Stalin
Shadrinsk è la città natale dello scultore e pittore sovietico Ivan Shadr
La città è collegata a Ekaterinburg e a Kurgan via treno
Inizialmente appartenente alla regione di Chelyabinsk, nel 1942 Shadrinsk passò a far parte della regione Kurgan
La scritta sopra all’edificio recita: “Il progresso scientifico e tecnologico è la chiave per aumentare il livello di produzione”
Oggi la città è abitata da 77.000 persone