La strada per lo sviluppo si chiama Cultura

L’iniziativa Le Giornate di Milano a Mosca nasce per espandere la collaborazione in campo economico, culturale e turistico tra le due grandi città (Foto: ufficio stampa)

L’iniziativa Le Giornate di Milano a Mosca nasce per espandere la collaborazione in campo economico, culturale e turistico tra le due grandi città (Foto: ufficio stampa)

Ecco un resoconto delle attività dell'Ambasciata d'Italia a Mosca negli ultimi mesi

Dopo la pausa estiva, sono riprese a pieno ritmo le attività di promozione culturale ed economica dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, con una serie di eventi di notevole interesse. 

Il mese di settembre si è aperto con la conferenza stampa di presentazione del Forum turistico-culturale Italia-Russia, tenutosi a Milano il 18 e 19 settembre. Il Forum di Milano ha consentito di fare un primo bilancio, molto positivo, dell’Anno Incrociato del Turismo Italia-Russia e di lanciare nuove iniziative. Nello stesso mese l’Ambasciata ha ospitato un “caffè scientifico” sulle vite parallele di Bruno Pontecorvo e Gleb Vataghin: il primo, italiano trasferitosi in Unione Sovietica, è stato tra i fondatori del Laboratorio JINR di Dubna e in seguito Accademico delle Scienze sovietico; il secondo, russo emigrato in Italia, è annoverato tra i fondatori della scuola di fisica teorica torinese ed è stato insignito del titolo di Accademico dei Lincei. A margine dell’evento sono stati proiettati alcuni frammenti del lungometraggio “Maksimovic. La storia di Bruno Pontecorvo” di Giuseppe Mussardo. 

Taglio del nastro per l’inaugurazione delle Giornate di Milano a Mosca, alla presenza del sindaco milanese Giuliano Pisapia, a destra (Foto: ufficio stampa)

All’insegna della cultura si è aperto anche il mese di ottobre. Nella cornice di Villa Berg il Direttore del Consiglio di Sorveglianza della Banca Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, ha presentato la versione tradotta in russo del suo libro “Mercato e Disuguaglianza”, lavoro che tratta di etica ed economia, dei rapporti tra mercato e democrazia. 
L’Ambasciatore Ragaglini ha anche compiuto una trasferta a Orenburg per presenziare alla cerimonia di inaugurazione del nuovo stabilimento di lavorazione della carne del gruppo italiano Cremonini.

Il famoso regista russo Andrei Konchalovsky, Leone d’Argento alla 72ma Rassegna Internazionale del Cinema di Venezia, ha tenuto il 27 ottobre presso l’Ambasciata d’Italia a Mosca, una lezione sul tema “La cultura delle civiltà”. Tale incontro rappresenta l’apertura di un ciclo di appuntamenti culturali in Ambasciata che vedranno la partecipazione di personalità di alto profilo del panorama culturale russo.

Il 30 ottobre è stata celebrata la festa dell’Unita Nazionale e delle Forze Armate, con la partecipazione di numerosi rappresentanti degli uffici degli addetti militari accreditati presso la Federazione Russa. 

Il mese di novembre è stato contraddistinto da due eventi particolarmente importanti. Il venerdì 7 si è tenuto presso l’Ambasciata un concerto di giovani talenti lirici provenienti dall’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, dall’Accademia del Belcanto Mirella Freni di Modena e del Programma giovani cantanti lirici del Teatro Bolshoj. Tale manifestazione ha avuto duplice valenza: celebrare il 50esimo anniversario della prima tournée della “Scala” al Teatro Bolshoj e lanciare un programma di borse di studio per i giovani talenti delle principali accademie di musica e lirica di Italia e Russia, finalizzata allo scambio di studenti, ai quali viene concessa l’opportunità di migliorare la loro formazione grazie alla fruizione di stage e tirocini. Il programma avrà durata quinquennale e sarà rinnovabile. 

L’altro evento clou sono state le “Giornate di Milano a Mosca”, un’iniziativa volta a espandere la collaborazione in campo economico, culturale e turistico tra le due grandi città. Milano è stata rappresentata da una delegazione, guidata dal Sindaco Giuliano Pisapia, comprendente gli assessori competenti per i settori della cultura, del turismo e dei trasporti e rappresentanti del mondo delle imprese, delle università e della moda. La manifestazione è stata aperta da un concerto di giovani talenti al teatro Bolshoj di Mosca, per poi proseguire nei giorni successivi con l’inaugurazione di un InfoPoint della città di Milano presso il centro commerciale TsUM, nel centro della capitale russa, un evento di presentazione dell’EXPO Milano 2015 e una sfilata di creazioni degli studenti delle scuole di moda e design di Milano. Le “Giornate” sono state chiuse dall’incontro tra il Sindaco di Milano Pisapia e il Sindaco di Mosca Sobyanin nel corso del quale è stato siglato un patto di cooperazione tra le due città per gli anni 2014-2017.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta