Il volto economico di Mosca

Mosca vista dal basso di un'italiana. I post
 
Credit: Niyaz Karim

Come cambiano i prezzi di Mosca. Nell’arco di pochi anni è aumentato tutto. Spaventosamente. Ricordo la prima volta in cui misi piede in terra russa. Era il lontano 2005. Atterrai all’aeroporto Sheremyetevo insieme a un gruppo di studenti al primo anno di università. Tutto ci colpì: le strade infinite, i sorpassi pazzi delle auto, i grattacieli imponenti dei quartieri dormitorio. Arrivammo in centro in autobus. Un vecchio autobus collegato a qualche stazione radio che trasmetteva vecchie canzoni anni Ottanta. O forse erano pezzi nuovi, che alle nostre orecchie suonavano come hit vintage di qualche decennio prima. 

Ci accompagnarono in quella che sarebbe stata la nostra dimora per un po’: una fatiscente casa dello studente, che ci entusiasmò per l’atmosfera “sovietica” che ricordava. Eravamo eccitati ed entusiasti. Impauriti e incuriositi da una città aliena e infinitamente enorme (le distanze, negli anni, si sono ridimensionate nel mio cervello solamente vivendoci, a Mosca). 


Una ragazza ai Grandi Magazzini Gum di Mosca (Foto: Alex Furman / RIA Novosti)

Fra le cose che ci stupirono, c’erano i prezzi di alcuni prodotti, all’epoca veramente convenienti rispetto all’Italia. Oggi di questa convenienza è rimasto ben poco. Un semplice abbonamento in palestra costa una follia. Le cene al ristorante sono comode solo se c’è qualche uomo galante che si offre di pagare il conto. Per non parlare dei vestiti: io, lo shopping, lo faccio solamente quando torno in Italia!

Tuttavia sono riuscita a individuare qualche prodotto che effettivamente vale ancora la pena comprare qui. Perché continua ad avere prezzi inaspettatamente più bassi di quanto ci si aspetterebbe.

La birra. È una banalità, ma la birra (Nevskoe o Baltika) in certi posti continua a costare ancora molto poco;

Le sigarette. Questo post non vuole assolutamente essere un incentivo a bere o a fumare. Ma non posso non nominare le sigarette in questa lista di prodotti che a Mosca continuano a costare poco;

I libri. Adoro i libri russi! Hanno delle copertine solide, romantiche, che sembrano quasi proteggere le pagine nate dalle penne dei grandi geni russi. Per fortuna anche questi prodotti continuano a essere venduti a prezzi più che ragionevoli;

I cd e i dvd. La musica - così come si addice a un paese dove il cittadino medio ha una cultura elevatissima - si può ancora comprare senza svuotare il portafogli;

I mezzi pubblici. Negli ultimi mesi il prezzo per una corsa in metro o in autobus è aumentato. Ma rispetto a molte altre capitali europee, spostarsi per Mosca con i mezzi pubblici ha ancora il vantaggio di essere economicamente conveniente. Soprattutto per gli studenti.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta