Se mi regali una statuina, ti cancello

Pelouche, ninnoli e statuette. Ecco i regali meno apprezzati dalle russe (Foto: Getty Images / Fotobank)

Pelouche, ninnoli e statuette. Ecco i regali meno apprezzati dalle russe (Foto: Getty Images / Fotobank)

Cosa desiderano le donne russe? E quali sono le cose da evitare assolutamente? Ecco i consigli di Rbth

Come la protagonista del film di Woody Allen “Vicky, Christina, Barcelona”, che afferma: “Non so cosa voglio, ma so cosa non voglio”, le donne russe sono forse troppo timide per spiegare ai loro uomini che vorrebbero ricevere da loro un anello o un paio di scarpe. Di certo però sanno bene quali sono i regali che non desiderano. E una volta scartate queste opzioni dalla vostra lista, ci sono buone probabilità che il vostro regalo sia gradito.

Un dono che le donne russe considerano assolutamente irritante sono le statuette. Anastasia ricorda che una volta ha persino rifiutato di accettarne una. “Raffigurava una rana, seduta in una posizione strana e con le dita aperte. Rimasi di stucco e per la prima volta in vita mia rifiutai un regalo, dicendo “grazie mille ma non lo voglio: te lo puoi tenere”, ricorda. Viktoria spiega che non tutti i doni simbolici riescono a fare colpo su chi li riceve, ma che tutti, inevitabilmente, finiscono per raccogliere polvere. “Una volta mi è stata regalata una statuetta che rappresentava un cane nero. Mi faceva quasi paura”, ricorda. Anche Alla racconta di quando le fu offerta una statuetta di un cane, coperta di vero pelo. “Fai collezione di gatti, no?”, le disse l’uomo che gliel’aveva regalata, porgendogliela.

Un altro regalo che difficilmente le donne russe apprezzano sono i pelouche. Malgrado possano ispirare dolci ricordi d’infanzia, anche questi finiscono inesorabilmente per raccogliere polvere. Secondo Darya, un pelouche può andare bene solo per una ragazzina che non ha ancora compiuto i sedici anni. “Ho portato un mucchio di quei pupazzi a un orfanotrofio, per fare spazio a casa”, spiega. Al terzo posto nella lista dei doni meno desiderati troviamo gli utensili per la casa, che pur essendo utili raramente fanno breccia nel cuore di una donna, a meno che questa non ne abbia specificatamente fatto richiesta. “Il mio primo marito una volta mi regalò un affettaverdure”, ricorda Natalya. “Inizialmente la sua scelta mi lasciò molto sorpresa, ma poi trascorremmo un’ora intera a divertirci tagliando ogni sorta di ortaggio. Alla fine mi ci sedei sopra per sbaglio. Per fortuna non mi feci male, ma non ho mai più usato quell’aggeggio”.

Le donne russe non farebbero i salti di gioia nemmeno per una saponetta, dei sali da bagno o degli asciugamani, mentre delle costose lenzuola di lino potrebbero far loro piacere. A differenza di un paio di pantofole. Al quinto posto della lista dei regali meno graditi troviamo diversi gadget. Certo, se la vostra dolce metà ama i telefonini e voi sapete con certezza quale modello le farebbe piacere ricevere, potete tranquillamente ignorare questo consiglio. In generale però, la maggior parte delle donne considererebbe un regalo simile troppo pratico. “Non mi piace quando un uomo mi regala degli apparecchi elettronici. È una scelta pratica, ma non romantica”, afferma Yulia. “Una volta ho ricevuto in dono una batteria speciale, utilizzabile per diversi apparecchi elettronici”, aggiunge Anna. “Un oggetto utile per chi va in campeggio o compie molti viaggi d’affari. Nel mio caso però era completamente inutile”.

Non parliamo poi dei "buoni regalo". Questo perché un regalo dovrebbe essere soprattutto espressione di un’attenzione personale, e da questo punto di vista un buono regalo non ha molto da offrire. Maya afferma che regalare un buono equivale a dire: “va e comprati qualcosa da sola: io non ho la pazienza né il tempo per pensare a cosa potrebbe farti piacere”. Un’altra categoria di regali non molto gradita è quella dei vestiti. A meno che non siate uno stilista e conosciate alla perfezione i gusti e le avversioni della persona in questione. Anche la scelta di un animale è destinata a suscitare molte perplessità. “Una volta il mio ragazzo mi regalò un criceto. Lo aveva scelto con molta cura e desiderava farmi piacere. Non sapeva che i criceti suscitano in me dei ricordi molto tristi legati all’infanzia, e che non avevo alcuna voglia di prendermene cura”, afferma Marina.

 

I sondaggi dimostrano che per la maggior parte degli uomini, quand si tratta di fare un regalo i fiori rappresentano ancora la scelta migliore. Stando ai dati raccolti dal Levada Center, il cinquantatré percento degli uomini russi preferisce infatti regalare dei fiori a una donna, mentre solo il quarantadue percento delle donne gradirebbe un dono simile. Il secondo regalo più diffuso sono i dolci (diciannove percento degli uomini e quattordici percento delle donne). Al terzo posto nella lista dei doni più comuni ci sono i profumi e i cosmetici (quattordici e dodici percento, rispettivamente). Il nove percento degli uomini e il tredici percento delle donne ama regalare e ricevere denaro contante. Il sette percento degli uomini predilige regalare gioielli, che sarebbero apprezzati dal tredici percento delle donne. Le persone interpellate hanno anche indicato tra i possibili regali elettrodomestici, telefonini e doni “intellettuali” (come dei biglietti per il teatro o libri), oggetti di porcellana ed altro.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta