Investimenti, turismo e solidarietà

A Denezhnij Pereulok vince il Made in Italy

Dopo la firma degli accordi al Vertice di Trieste, il 2013 si chiude con l'inaugurazione dell'Anno Incrociato che porterà in Italia tanti russi alla scoperta della Penisola

Le ultime settimane a Denezhnij Pereulok, sede dell'Ambasciata d'Italia a Mosca, sono state caratterizzate dal Vertice Intergovernativo, svoltosi il 26 novembre a Trieste alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Letta, e del Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin. All’appuntamento hanno partecipato anche i ministri dell’Interno, degli Affari Esteri, della Difesa, dell’Economia e delle Finanze, delle Politiche Agricole, delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, della Salute, dello Sviluppo Economico, dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

L'Ambasciatore italiano a Mosca, Cesare Maria Ragaglini (al centro), insieme al ministro russo della Cultura e del Turismo Alla Manilova (a destra) durante la conferenza stampa dedicata all'Anno del Turismo (Foto: Ufficio Stampa)

Il Vertice si è concluso con la firma di numerosi accordi - 7 intergovernativi e 20 di carattere commerciale - che hanno testimoniato ancora una volta la solidità del partenariato italo-russo.

In parallelo al Vertice si sono inoltre tenuti un Business Forum, cui hanno partecipato le maggiori imprese dei due Paesi, e un Media Forum, aperto dai Ministri degli Esteri Bonino e Lavrov, dedicato allo sviluppo del dialogo tra gli organi di informazione, gli istituti di ricerca e le società civili dei due Paesi.

Numerosi gli appuntamenti stampa che hanno preparato l’incontro di Trieste tra cui le interviste del Presidente Letta e dell’Ambasciatore Ragaglini al canale televisivo Rossia 24.

 

A Trieste i due Presidenti hanno anche formalmente annunciato l’avvio dell’Anno Incrociato del Turismo Italia-Russia che il 16 dicembre è stato presentato ai media russi nel corso di una affollata conferenza stampa tenuta nella sede di Itar-Tass dall’Ambasciatore d’Italia a Mosca, Cesare Maria Ragaglini, e dal vice ministro della Cultura e del Turismo della Federazione Russa, Alla Manilova.

La Russia è il primo Paese con il quale l’Italia organizza un’iniziativa come l’Anno del Turismo che mira a rafforzare ulteriormente i flussi turistici tra i due Paesi, già in forte crescita dalla Russia verso l’Italia. Obiettivo dell’iniziativa è inoltre quello di promuovere l’Italia meno conosciuta, dei borghi e delle destinazioni meno note che permettano a un pubblico ormai maturo come quello russo di diversificare maggiormente le proprie scelte turistiche.

A inizio di dicembre si è in questo quadro svolta una delle prime attività dell’Anno del Turismo: la missione a Mosca della Regione Liguria, che ha presentato l’offerta turistica regionale e le opportunità di investimento nel settore immobiliare. Con 180.000 turisti russi l’anno la Liguria è già al quarto posto tra le Regioni italiane più visitate e punta a migliorare ulteriormente la sua posizione.

Nella seconda metà di novembre Denezhnij Pereulok ha infine ospitato la tradizionale vendita di beneficenza all'insegna del Made in Italy. Il Bazar pre-natalizio ha registrato uno straordinario successo con 116mila euro raccolti, più di 50 volontari impegnati e 2.000 visitatori, in grande maggioranza russi. Il ricavato della vendita servirà a dar vita a programmi sociali - acquisto di attrezzature medico-ospedaliere, assistenza ai bambini orfani e alle categorie sociali maggiormente in difficoltà - realizzati da enti e soggetti italiani.  

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta