Nella terra di mezzo prima dell'inverno

Una donna, insieme a un bambino, cammina nella campagna russa innevata (Foto: Reuters)

Una donna, insieme a un bambino, cammina nella campagna russa innevata (Foto: Reuters)

Colori che diventano sempre più cupi, l'atmosfera che cambia in modo repentino. La bellezza di un periodo di confine. Tra l'autunno che finisce e l'inizio della lunga stagione del freddo

L’inverno non inizia ufficialmente prima di fine novembre o dicembre, ma provate a dirlo alle persone che si trovano già ad aver a che fare con temperature sotto zero e venti gelidi. Il momento più difficile dell'anno per molti in Russia è rappresentato proprio da questo lasso di tempo che intercorre tra la metà di ottobre e l’arrivo del periodo invernale vero e proprio. Gli uccelli sono già volati a sud per beneficiare di un clima più caldo, gli animali sono già caduti in letargo, la stagione dei raccolti è terminata, i funghi sono stati raccolti e le dacie abbandonate. Gli alberi hanno perso quasi tutte le loro foglie e le nuvole dai colori cupi inducono una sensazione di tristezza generale.

È molto difficile sentirsi motivati in Russia in questo periodo dell'anno. Si è consapevoli, infatti, che i mesi più caldi sono ormai alle spalle e che ci vorranno altri 6 mesi prima che si possano di nuovo vedere e sentire le prime tracce di primavera. Anche le divertenti vacanze di Capodanno sembrano molto lontane. Questi, infatti, in molte zone della Russia rappresentano gli ultimi giorni dell'anno in cui è possibile fare jogging o uscire per un giro in bicicletta, dopo i quali è il momento di mettere da parte le scarpe da ginnastica e le biciclette per alcuni mesi.

La magia invernale di Mosca

Alcuni nell’Estremo Oriente russo odiano questo periodo “di mezzo” tanto da progettare fughe in posti come la Thailandia proprio in questo momento dell'anno. Le autorità comunali tendono a prendersela con comodo quando si tratta di accendere il riscaldamento. Una bella mini-vacanza su un'isola thailandese può quindi rappresentare il giusto rimedio per la mezza stagione. Al ritorno, infatti, chi ha avuto la fortuna di potersi permettere una vacanza tropicale trova la casa calda e ben riscaldata.

La neve è bella e trasforma completamente il vasto paesaggio russo, ma in molti nutrono la speranza di un ritardo nell’arrivo della prima tempesta che deposita la neve per l'inverno. È un tentativo di ritardare la sensazione che il lungo inverno è iniziato e con esso le giornate fredde e corte e i precoci tramonti. I gelidi venti tardo - autunnali sono insopportabili e il clima diventa leggermente più caldo quando nevica.

La prima grande nevicata della stagione dà luogo a un panorama dalla bellezza mozzafiato. La neve appena caduta è dotata di un tale candore che è ancora più facile da apprezzare dopo una pesante nevicata. Ci sono poche cose emozionanti tanto quanto osservare la meraviglia dipinta sui volti dei bambini mentre si godono la prima neve della stagione.

Con la neve, arrivano anche le prime disavventure legate all’inverno precoce, come scivolare e cadere sui marciapiedi ghiacciati. In città come Mosca, la neve viene di solito rimossa dalle strade utilizzando prodotti chimici. Per vivere un’avventura invernale bisogna addentrarsi in luoghi dove nevica abbondantemente e dove le apatiche autorità comunali non si preoccupano di rendere i marciapiedi percorribili. "Perché rimuovere neve e ghiaccio, quando presto ci sarà un'altra tempesta di neve e i marciapiedi saranno di nuovo sommersi?" E’ questa la mentalità che rende il camminare durante l’inverno precoce  un'avventura in alcune città russe.

Anche se l'inverno è già arrivato la prima settimana di novembre, è ancora troppo presto per gli sport invernali come il pattinaggio su ghiaccio all'aperto e lo sci. Questo è un buon momento per visitare musei, gallerie d'arte e biblioteche. La stagione culturale con concerti, spettacoli teatrali, balletti e l'opera è infatti in pieno svolgimento e non c’è carenza di intrattenimento. Gli eventi culturali rendono questo periodo di transizione molto più facile da affrontare. Le giornate iniziano a scorrere un po’ più velocemente e prima di accorgersene, dicembre e la pausa di Capodanno si stanno già profilando all'orizzonte.

Come per molte altre cose nella vita, i russi hanno un atteggiamento filosofico verso la stagione fredda e cercano di prendere il buono e il brutto di questi sei lunghi mesi, rallegrati dalla convinzione che l'estate arriverà presto.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie