Aspettando il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

Il 31 luglio 2013 il numero uno di viale dell'Astronomia sarà a Mosca; intanto, continuano gli eventi culturali organizzati dall'Ambasciata italiana, come la mostra di Tiziano al Museo Pushkin

Nel mese di luglio 2013 rimangono vivi gli echi dei grandi eventi culturali promossi recentemente dall’Ambasciata. Mentre si è da poco conclusa ai Musei del Cremlino di Mosca l’esposizione del San Giorgio di Andrea Mantegna, un evento di particolare significato simbolico per la città di Mosca, che ha suscitato una notevole attenzione mediatica, prosegue fino alla fine di settembre 2013, al Museo Pushkin, la grande mostra “Tiziano (1488/90-1576). Dalle collezioni dei Musei Italiani”, inaugurata a fine giugno 2013.

Sorprendente il successo di pubblico e di stampa della mostra, uno dei maggiori eventi culturali promossi dall’Italia negli ultimi anni insieme all’esposizione del Caravaggio nel 2011. Tutti i principali organi di informazione della Federazione Russa, dalle maggiori televisioni alle testate più autorevoli, fino a quelle più popolari hanno riservato un amplissimo spazio ai capolavori del maestro di Pieve di Cadore, presentati per la prima volta in Russia.

Foto: Ufficio Stampa

Folla di visitatori al Museo Pushkin di Mosca per la prima volta delle opere di Tiziano in Russia (Foto: Ufficio Stampa)

L’ultimo periodo ha conosciuto anche un rilancio delle relazioni istituzionali italo-russe illustrato, insieme ai preparativi per l’Anno Incrociato del Turismo Italia-Russia, dall’ambasciatore Antonio Zanardi Landi in una serie di interviste concesse, mentre si avvicina il termine della sua missione diplomatica nella Federazione.

In questo quadro, le prime settimane di luglio 2013 hanno visto, dopo le  visite in giugno del ministro degli Esteri Emma Bonino e del vice ministro degli Esteri Marta Dassù, il passaggio a Mosca di un altro vice ministro degli Esteri, Bruno Archi, che ha incontrato il suo omologo russo Sergei Ryabkov. Nel corso dei colloqui sono stati trattati temi di carattere multilaterale in ambito G8/G20 e questioni attinenti il disarmo, identificando anche aree di comune interesse da approfondire congiuntamente, quali quelle della lotta alla disoccupazione giovanile e delle politiche energetiche.

Il ministro Saccomanni, a Mosca insieme al ministro Giovannini e al governatore della Banca d'Italia Visco in occasione della riunione dei ministri delle Finanze, del Lavoro e dei governatori delle Banche Centrali del G20, ha inoltre avuto incontri, promossi dall’Ambasciata, con i rappresentanti dei principali gruppi bancari e di imprese italiane qui presenti, favorendo uno scambio di valutazioni sulle prospettive economiche italiane nella Federazione Russa, attualmente caratterizzate da un positivo andamento delle nostre esportazioni.

A testimoniare il caloroso stato dei rapporti sono state anche alcune onorificenze concesse a rappresentanti del Ministero degli Esteri russo e del governo di Mosca, tra cui, in particolare, la Gran Croce Omri attribuita al vice ministro degli Esteri responsabile per l’Europa Alexei Meshkov, insignito per gli eccezionali meriti acquisiti nella sua lunga missione (2004-2012) quale ambasciatore russo a Roma.

In attesa dell’arrivo a Mosca del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi il 31 luglio 2013, si avvicina ora la Ministeriale Esteri Difesa 2+2 il 5 e 6 agosto 2013 a Roma, mentre è stata anche recentemente fissata la data del vertice intergovernativo, che si svolgerà il prossimo 26 novembre 2013 a Trieste.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta