Speed date, ricetta per l'anima gemella

Mosca vista dal basso di un'italiana. I post
Credit: Niyaz Karim

11 luglio 2013
La ricerca dell’anima gemella in Russia passa, anche, attraverso gli speed date. Quegli eventi dove ragazze e ragazzi vengono messi gli uni di fronte alle altre, seduti a un tavolino, per chiacchierare e conoscersi. Cronometro alla mano.

In una manciata di minuti, infatti, le coppie devono carpire più informazioni possibili, dall’età agli interessi, dalle passioni alle love story precedenti, dal segno zodiacale alle attitudini alla famiglia. Prima che le coppie vengano rimescolate affinché tutti parlino con tutte.

Un giochino divertente, se preso alla leggera, per coloro che sono alla ricerca della dolce metà. E di ragazze belle e single, a Mosca ce ne sono tante. Ne ho conosciute un paio qualche settimana fa. Olga e Nastia. Mora e timida l’una, bionda e conturbante la seconda. Due vere sventole, se messe a confronto con me, paperina italiana.

A Mosca l'anima gemella si cerca agli speed date, gli eventi dove ragazzi e ragazze si incontrano a turno e parlano di sé per pochi minuti (Foto: Alamy / Legion media)

Nonostante l’avvenenza, queste due miss mancate sono i clienti abituali degli speed date, che, con sempre maggiore frequenza, vengono organizzati nei locali della capitale russa.

Quando, infatti, il destino e Cupido non bastano più, ci si affida a ben più organizzati mezzi: “Siamo andate per divertirci”, mi hanno confessato. Senza però nascondere che loro l’anima gemella non l’hanno ancora trovata. Qualche avventura con uno spagnolo, Olga. Una storia finita in disgrazia, Nastia. La ricerca, quindi, continua.

Organizzati spesso in qualche locale alla moda e pubblicizzati su Internet, gli speed date radunano centinaia di persone, numero identificativo alla mano, che accorrono da sole o con qualche amico.

A Mosca, mi raccontavano queste due ragazze, stanno prendendo piede soprattutto negli ultimi anni. Pubblicizzati dai social network. Favoriti dalla reale o presunta (non l’ho mai capito) carenza di uomini.

“Non troveremo il ragazzo della nostra vita – ha concluso Olga -, ma almeno passiamo una serata alternativa. Conoscendo nuova gente”. Di speed date in speed date, per un puro calcolo delle probabilità, il principe azzurro prima o poi salterà fuori. La speranza, d’altronde, è sempre l’ultima a morire.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta