Putin ordina un nuovo piano di difesa

Il 13 novembre Putin ha partecipato a una riunione sullo sviluppo delle forze armate russe.

Il 13 novembre Putin ha partecipato a una riunione sullo sviluppo delle forze armate russe.

Ria Novosti/Alexei Druzhinin
Avrà validità per il periodo 2016-2020. Secondo alcuni esperti, il documento sarebbe una risposta all’approvazione della nuova strategia militare Usa, dove la Federazione viene vista come una delle principali minacce

Il Presidente russo Vladimir Putin ha firmato un nuovo piano di difesa per il Paese. Il nuovo piano, discusso durante una riunione a Sochi il 13 novembre, riguarda il periodo 2016-2020. Lo ha riferito a Rbth l’analista militare di Nezavisimaya Gazeta Vladimir Mukhin. Nel piano vengono identificati i principali rischi e le minacce per lo Stato, e si parla del programma di riarmo dell’esercito, dei preparativi della mobilitazione e della difesa territoriale. 

Il piano non è altro che un insieme di documenti che stabiliscono la direzione dello Stato nel campo della difesa; fissa inoltre i parametri di attuazione dei distinti ministeri e le altre dipendenze dello Stato in questo ambito. Alla sua elaborazione ha preso parte tutto il governo. 

L'Isis minaccia la Russia

Il ministro russo della Difesa, Sergei Shoigu, ha dichiarato che alla preparazione dell’ultimo piano del 2013 avevano partecipato 49 fra ministeri e organismi di Stato. Quello fu il primo nella storia del Paese. 

Una situazione che sta cambiando

Durante la riunione del 13 novembre, Putin ha annunciato che “la situazione sta cambiando con grande rapidità. I documenti di pianificazione militare - ha detto il capo del Cremlino -, devono essere attualizzati”. Le minacce e i rischi per la sicurezza della Russia, di cui si parla all’interno del documento, al momento possono essere solamente intuibili, poiché si tratta di un testo riservato. 

Secondo Vladimir Mukhin, il piano costituisce una risposta all’approvazione della nuova strategia militare degli Usa del 1° luglio di quest’anno. Nel documento elaborato dal Pentagono, i militari nordamericani dichiarano che la Russia starebbe minando la sicurezza della loro regione. In vista di ciò, nel nuovo piano russo potrebbero venire citati i nemici concreti del Paese slavo, così come le misure per affrontarli, sostiene l’esperto. 

Nel documento, inoltre, potrebbe riflettersi anche il nuovo ruolo dei governatori regionali, responsabili delle misure di mobilitazione e della difesa territoriale. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta