Sviluppo economico, Ulyukaev nuovo ministro

Il nuovo ministro dello Sviluppo Economico nominato dal Presidente russo Vladimir Putin, Alexei Ulyukaev (Foto: Itar-Tass)

Il nuovo ministro dello Sviluppo Economico nominato dal Presidente russo Vladimir Putin, Alexei Ulyukaev (Foto: Itar-Tass)

Cambio di poltrone dopo le recenti nomine assegnate dal Presidente Putin al Dicastero e alla Banca Centrale russa

Cambio al vertice nella Banca Centrale russa: Elvira Nabiullina è stata nominata presidente. Una scelta che ha comportato una serie di giri di poltrona non solo nella Banca Centrale, ma anche nel governo russo: Alexei Ulyukaev, fino a ieri vice presidente della Banca Centrale, è stato nominato nuovo ministro dello Sviluppo Economico, mentre Andrei Belousov, prima a capo del Dicastero, ha preso il posto di Elvira Nabiullina come consigliere delle questioni economiche del Presidente russo Vladimir Putin.

A Elvira Nabiullina è stata ufficialmente assegnata la carica di capo della Banca Centrale russa al posto di Sergei Ignatev, diventando così la prima donna a ricoprire questo ruolo.

“Mi auguro che venga portato avanti il lavoro realizzato come consigliere delle questioni economiche – ha commentato Elvira Nabiullina al giornale Kommersant -. È importante che si dia un seguito a quanto iniziato dai predecessori”.

La nomina della Nabiullina alla Banca Centrale non è stata accolta in maniera favorevole da tutti, essendo lei stessa considerata una persona molto vicina a Putin. Prima di ricoprire la carica di consigliere del Presidente per le questioni economiche, le era stata assegnata la poltrona di ministro dello Sviluppo Economico. Il timore espresso da alcuni è che la Nabiullina possa risultare meno indipendente rispetto a Ignatev.

A parte ciò secondo alcuni la Banca Centrale, tenendo conto della precedente esperienza della Nabiullina, potrebbe concentrarsi maggiormente sulla crescita economica.

Dopo la proposta di nomina della Nabiullina, avanzata da Putin alla Duma all’inizio del 2013, i pareri sono stati discordanti: i rappresentanti del business russo hanno manifestato la speranza che la Banca Centrale si avvii verso un alleggerimento della politica monetaria. Una questione sulla quale lo stesso Putin ha posto l’accento, prevedendo che proprio la Nabiullina potesse prendere misure indirizzate in tal senso.  

Una mossa che ha generato un’ondata di notizie sul giro di poltrone nella Banca Centrale russa, in relazione appunto all’arrivo di Elvira Nabiullina. Dopotutto Alexei Ulyukaev, nominato ministro, è al contrario un attivo sostenitore della politica monetaria restrittiva. Prima del suo incarico alla Banca di Russia egli aveva avuto anche esperienza di governo, ricoprendo per quattro anni l’incarico di vice ministro delle Finanze.

Non bisogna dimenticare infatti che negli ultimi anni il mondo dell’imprenditoria russa e il governo della Federazione hanno avuto posizioni discordanti in merito alla politica monetaria.

Secondo Forbes, al posto di Ulyukaev potrebbe essere nominata Ksenia Yudaeva, da un anno alla guida dell’amministrazione di esperti presidenziali, in precedenza inserita per cinque anni dentro Sberbank.  

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta