Proteste, l'opposizione di nuovo in strada

Tornano le proteste in Russia. A un anno esatto dal nuovo insediamento di Vladimir Putin al Cremlino, il 6 maggio 2013 a San Pietroburgo, così come a Mosca, l'opposizione è scesa nuovamente in strada.

A San Pietroburgo circa 500 manifestanti (quasi 20.000 a Mosca) si sono riuniti per chiedere la liberazione dei 27 attivisti fermati nel maggio 2012 durante il meeting di protesta in Piazza Bolotnaya, nella capitale russa. Al raduno sono intervenuti attivisti, giornalisti e politologi, chiedendo alle autorità la liberazione delle persone indagate durante i disordini di massa del 2012.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta