Il Reggimento Immortale che ha reso omaggio agli eroi della Vittoria

Secondo i dati del Ministero della Difesa, al Reggimento Immortale quest’anno hanno aderito 7,8 milioni di persone: un vero e proprio record

Secondo i dati del Ministero della Difesa, al Reggimento Immortale quest’anno hanno aderito 7,8 milioni di persone: un vero e proprio record

Dmitry Feoktistov/TASS
Quest’anno numero record di partecipanti: per le strade di tutto il Paese hanno sfilato quasi otto milioni di persone con il ritratto dei propri cari morti nei combattimenti della Grande guerra patriottica. Alla marcia anche il Presidente Putin
La marcia del Reggimento Immortale è un’iniziativa per ricordare i soldati russi della Seconda guerra mondiale morti durante i combattimenti
Il 9 maggio, nel giorno in cui la Russia celebra la vittoria sulla Germania nazista, i figli e i nipoti dei veterani sfilano per le strade di tutte le città del Paese reggendo in mano il ritratto dei propri familiari che hanno partecipato alla guerra
L’iniziativa viene organizzata in segno di rispetto e riconoscenza verso coloro che, più di 70 anni fa, hanno difeso la patria
“Per noi è un dovere ricordare quelle persone che hanno sacrificato la propria vita per la vittoria contro i fascisti”, racconta un manifestante che ha preso parte alla sfilata del Reggimento Immortale in Inghilterra. La manifestazione negli ultimi anni ha infatti varcato i confini della Russia, trovando adesioni e partecipanti anche all’estero
Nonostante il tempo freddo e uggioso, a Mosca si sono riunite oltre 850.000 persone: un vero e proprio record per la marcia del Reggimento Immortale
Molti di loro hanno sfilato indossando l’uniforme militare della Grande guerra patriottica
 “Ho deciso di partecipare solo all’ultimo momento perché non sapevo se ci sarei riuscito – aveva detto Putin due anni fa -. E alla fine ho preso una fotografia di mio padre che avevo a portata di mano. In agenda non era prevista la mia partecipazione al Reggimento Immortale”
Per il terzo anno consecutivo al Reggimento Immortale a Mosca ha partecipato anche il Presidente russo Vladimir Putin, che ha sfilato reggendo in mano il ritratto di suo padre, che ha servito come marinaio a Sebastopoli
“È una guerra che ha coinvolto tutti – dice un manifestante -. Ogni famiglia ha perso un proprio caro durante i combattimenti. E la festa della Vittoria è una festa di cui tutti andiamo fieri”
Durante la marcia sono state intonate canzoni del tempo di guerra
Secondo Putin, il vero valore di questa manifestazione sta nel fatto che è nata in maniera totalmente spontanea
“Ciò dimostra il rispetto che la gente ancora oggi prova nei confronti della generazione che ha difeso il Paese”, ha detto Putin
La manifestazione si è svolta per la prima volta nel 2012 a Tomsk (a 3.600 chilometri a est di Mosca)
In pochi anni si è diffusa in tutta la Russia e anche oltre i confini del Paese