Donne come opere d’arte: i quadri di Van Gogh e Picasso prendono vita

Press photo
L’artista armena Lilya Cornely ha dato anima e corpo ad alcuni capolavori di grandi pittori mondiali, invitando ragazze russe a ricreare, con la fotografia, famose tele oggi esposte nei musei

Il progetto, intitolato “Essere una musa”, è stato ideato dalla fotografa Lilya Cornely. L’obiettivo è mostrare la bellezza femminile come qualcosa di eterno, senza tempo

Nonostante al progetto non abbiano partecipato modelle professioniste, il risultato è sorprendente. “Tutto è nato in modo spontaneo quando la fotografa armena Lilya Cornely si è trasferita a Vienna, una città che, così come lei stessa racconta, è fonte di profonda ispirazione – racconta Lada Alexandrova, che ha partecipato al progetto –. Lilya, la stilista Olga Shloemer e io abbiamo invitato alcune ragazze russe a intraprendere un viaggio nel tempo e nello spazio, che si è trasformato in un pezzo di arte”

Vincent Van Gogh, Gustav Klimt, Sandro Botticelli e Amedeo Modigliani sono solamente alcuni dei punti di ispirazione che hanno dato vita a questo progetto

In alcuni casi le somiglianze tra le opere d’arte e le fotografie sono impressionanti

“Il lavoro di preparazione per le fotografie ha impiegato diverso tempo – racconta Lada -. Abbiamo scelto ogni singola persona e ogni quadro in modo attento e individuale e abbiamo lavorato con l’acconciatura, il trucco e lo stile. Anche se gli scatti fotografici sono stati realizzati in poco tempo, il lavoro di preparazione che c’è dietro a tutto ciò ha richiesto parecchio tempo”

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta