I fari che illuminano i mari di Russia

Faro Basargina. Il primo edificio di questo faro venne realizzato in legno nel 1937. Nel 1958 assunse l’aspetto attuale: in pietra e con una torre di otto metri. Recentemente qui venne installato il sistema “Glonass” che garantisce la sicurezza della navigazione. Talvolta però viene utilizzato anche il vecchio sistema tradizionale

Faro Basargina. Il primo edificio di questo faro venne realizzato in legno nel 1937. Nel 1958 assunse l’aspetto attuale: in pietra e con una torre di otto metri. Recentemente qui venne installato il sistema “Glonass” che garantisce la sicurezza della navigazione. Talvolta però viene utilizzato anche il vecchio sistema tradizionale

Yurij Smityuk / TASS
Viaggio tra le antiche torrette dell’Estremo oriente che ancora oggi continuano a indicare la rotta della navigazione
Durante la Seconda guerra mondiale su questa piccola isola si trovava una batteria antiaerea. Visto che tutti gli uomini erano al fronte, a gestire la batteria erano le donne. Oggi il faro, costruito nel 1876, è l’unica testimonianza di quel periodo e continua a funzionare
Faro Skrypleva. Questo è un altro faro che funziona insieme al faro Basargina, costruito sull’isola di Skrypleva, a fianco di Vladivostok
Al secondo piano si trovano una cabina e una scala a chiocciola
Il cuore del faro è situato al terzo piano, dove è stata installata una grande lente
Faro Nepristupnyj (Inespugnabile). L’epiteto “Inespugnabile” a questa piccola torre di pietra di otto lati, con una cupola rossa in cima, le venne dato dal governo sovietico
Per molto tempo ospitò una famiglia di guardiani del faro. Oggi vi lavora un loro discendente
Faro Bruce. Il faro venne costruito nel 1911 e ancora oggi conserva l’aspetto originale: una torre bianca di 10 metri accompagnata da un edificio di un piano
Vicino si trova la vecchia campana di una nave che serviva per lanciare segnali durante le giornate di scarsa visibilità. Oggi, in caso di maltempo, ci si affida a sistemi ben più moderni
Costruito nel 1892, il faro Povorotnyj (Girevole) si trova 204 km da Vladivostok
Faro Sysoeva. Questo edificio venne intitolato al marinaio Ivan Sysoev, così come il promontorio dove venne eretto. È circondato dagli scogli e durante le giornate di nebbia la visibilità è pari a zero
Faro Povorotnyj (Girevole). Questo faro, edificato nell’Ottocento, è un esempio perfetto di architettura navale. Misura tre piani di altezza e i muri del primo piano sono larghi 3 metri, mentre le porte e le finestre sono realizzate in legno