Nuoto sincronizzato: a Rio tecnica ed eleganza si fondono in vasca

Le ragazze vantano già un'ampia collezione di medaglie: entrambe sono state quattro volte campionesse olimpiche e sono le campionesse del mondo in carica

Le ragazze vantano già un'ampia collezione di medaglie: entrambe sono state quattro volte campionesse olimpiche e sono le campionesse del mondo in carica

Grigorij Sysoe/Ria Novosti
Plurimedagliate, assetate di successi: ecco chi sono Svetlana Romashina e Natalia Ischenko, le indiscusse zarine di questa disciplina
Per la quinta volta nella storia delle Olimpiadi la Russia porta a casa la medaglia d'oro nel duo femminile del nuoto sincronizzato. Il 16 agosto Svetlana Romashina e Natalia Ischenko sono salite sul gradino più alto del podio e oggi alle 18 ora italiana nel Centro acquatico Maria Lenk le ragazze si preparano a entrare in vasca per la competizione femminile a squadre
La coppia Romashina-Ischenko è nata nel 2009. Alle Olimpiadi di Londra nel 2012 hanno vinto l'oro
Nel 2013 Natalia Ischenko si è presa una pausa per il congedo di maternità ed è tornata a gareggiare l'anno successivo. Nel 2015 ha vinto l'oro nei Mondiali di nuoto sincronizzato a Kazan
Svetlana Romashina ha inoltre vinto 18 ori ai Mondiali e 10 agli Europei. Natalia Ischenko invece è 19 volte campionessa ai Mondiali di nuoto e 12 volte campionessa agli Europei
A Rio Svetlana Romashina dirà addio alle Olimpiadi: la sincronetta ha infatti dichiarato di voler dedicare maggior tempo alla famiglia
Anche Natalia in alcune interviste ha dichiarato di sentirsi più mamma che atleta ma, a differenza della compagna, non ha ancora parlato di un eventuale addio alla carriera professionista
Nel caso in cui le ragazze oggi vincano l'oro anche nella competizione a squadre, la coppia risulterebbe la più titolata della storia
Secondo le due sincronete, le leader della squadra non devono mai rifiutare di partecipare a competizioni a squadre
La Russia, insieme al Giappone e all'Australia, è tra le favorite della competizione a squadre per l'elevato livello tecnico delle atlete