Al Forum di San Pietroburgo l’Italia firma i primi nove accordi bilaterali

Ogni edizione dl Forum economico di San Pietroburgo ospita oltre quattromila persone provenienti da oltre 60 Paesi del mondo // L’ambasciatore italiano nella Federazione Russa, Cesare Maria Ragaglini durante l’inaugurazione del padiglione italiano

Ogni edizione dl Forum economico di San Pietroburgo ospita oltre quattromila persone provenienti da oltre 60 Paesi del mondo // L’ambasciatore italiano nella Federazione Russa, Cesare Maria Ragaglini durante l’inaugurazione del padiglione italiano

Ruslan Shamukov
Dalle costruzioni all’energia, dalla progettazione al sostengo alle start up. Dopo l’inaugurazione del padiglione riservato al Belpaese, è stata siglata la prima serie di contratti tra imprese italiane e russe. Domani, giornata clou in vista dell'arrivo di Putin e Renzi, verranno firmati nuovi accordi
Nato nel 1997, il Forum è diventato negli anni uno dei principali eventi internazionali // L’ingresso del padiglione italiano
Da vent’anni il Forum economico di San Pietroburgo riunisce i maggiori esponenti mondiali a livello economico, politico e commerciale // L’ingresso del padiglione italiano realizzato dall’associazione Conoscere Eurasia in collaborazione con l’Ambasciata italiana
Durante l’evento, ribattezzato la Davos russa, vengono discusse tematiche di carattere economico e questioni relative ai mercati emergenti, nuove possibilità di investimenti e occasioni per creare un clima di fiducia reciproco // Un momento dell’inaugurazione del padiglione italiano
Nel 2006 il Forum ha ottenuto il patrocinio del Presidente della Federazione Russa che partecipa a ogni edizione dell’evento // Il tavolo che ha ospitato le firme dei nove accordi bilaterali siglati tra imprese russe e italiane
Per la prima volta un Paese straniero è stato scelto come ospite d’onore dell’evento e la scelta è ricaduta sull’Italia // Antonio Fallico, presidente dell’associazione Conoscere Eurasia che ha lavorato all’organizzazione del padiglione italiano
Per tutta la durata del Forum, all’interno del padiglione italiano 22 aziende sponsor presenteranno le eccellenze del Made in Italy // Un momento dell’inaugurazione del padiglione italiano. Al centro, l'ambasciatore Cesare Maria Ragaglini
Al taglio del nastro del padiglione italiano hanno partecipato l’ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini, il presidente di Conoscere Eurasia Antonio Fallico e il vice premier della Federazione Russa Arkadkij Dvorkovich // Nella foto, un momento dell’inaugurazione del padiglione italiano
Il clou del Forum è atteso per il 17 giugno, quando arriveranno il Presidente russo Vladimir Putin e il premier italiano Matteo Renzi // Nella foto, la firma degli accordi bilaterali
All’inaugurazione del Forum hanno partecipato il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker: un segnale importante in un momento così delicato per le relazioni internazionali // Nella foto, Cesare Biggiogera (a sinistra) ha siglato un accordo di collaborazione nel settore dei cavi
Il tema centrale del Forum economico di San Pietroburgo è “La capitalizzazione nella nuova realtà economica globale” // Nella foto, Vittorio Torrembini (a sinistra) per Zamperla stringe la mano al rappresentante della Regione di Stavropol, con il quale è stato siglato un accordo per la progettazione di un parco divertimenti
Pur ribadendo l’importanza di non ignorare la questione della Crimea e la necessità di rispettare gli accordi di Minsk, Juncker ha invitato a prendere in considerazione la possibilità di porre fine alle sanzioni internazionali // Nella foto, l’esterno del padiglione italiano