Se il cinema italiano fa innamorare i russi

L’attore Massimiliano Gallo, ospite della prima serata del festival, firma autografi al pubblico al termine della proiezione del film “Per amor vostro”

L’attore Massimiliano Gallo, ospite della prima serata del festival, firma autografi al pubblico al termine della proiezione del film “Per amor vostro”

Ekaterina Yakhinson
Grande successo di pubblico al festival “Da Venezia a Mosca”. Sale piene e bagno di folla per registi e attori
Il festival “Da Venezia a Mosca” (dal 1° al 6 marzo 2016) porta in Russia alcune delle pellicole presentate alla 72esima Biennale del Cinema di Venezia. I film vengono proiettati al cinema Illyuzion della capitale russa
Irene Muscara, attrice: “Io sono un’attrice italiana e ovviamente i film della Mostra del cinema di Venezia sono per me estremamente interessanti”
I film, proiettati in lingua originale con i sottotitoli in russo, vengono presentati in sala dagli stessi registi e dagli attori che hanno lavorato alla realizzazione delle pellicole
Anna Maltseva, Stanislav Dikterev, impiegati nel settore finanza: “Ci piacciono i film italiani e cerchiamo di non perdere festival interessanti come questo. ‘Per amor vostro’, il film di apertura della rassegna, ha soddisfatto appieno le nostre aspettative perché ha suggerito alcune riflessioni che possono essere ricollegabili anche alla Russia contemporanea”
Al termine delle proiezioni, i registi e gli attori si mettono a disposizione per rispondere alle domande del pubblico e firmare autografi
Raisa Rodina, avvocato in pensione: “È una bella cosa che abbiano scelto di realizzare il festival proprio al cinema Illusion. Ormai esco poco di casa, ma sono una grande appassionata di cinema italiano. Il film secondo me è stato totalmente all’altezza delle mie aspettative, anche di più”
Il festival, voluto e organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Mosca in collaborazione con l’Ambasciata italiana e la 72ma Mostra internazionale d’arte cinematografica, è ovviamente una vetrina importante per far conoscere al pubblico russo i nuovi piccoli capolavori italiani
Daria Zhidkova, critico d’arte: “Non mi ero creata particolari aspettative, ma pensavo che il film che ho visto, ‘Per amor vostro’, sarebbe stato più lineare. In generale non mi ha impressionato molto”
 Travel the world, italian style: viaggiare nel mondo, lo stile italiano. Il festival “Da Venezia a Mosca” si è rivelato non solo un’occasione per promuovere il cinema del Belpaese in Russia, ma anche una vetrina per evidenziare la cultura e le bellezze di questo territorio
Ekaterina Miroshnikova, direttrice della compagnia Merkator: “Il film che ho visto mi è piaciuto molto. Aiuta a comprendere molti aspetti della cultura e delle tradizioni italiane. È già il terzo anno di fila che seguo questo festival e in generale sono molto affezionata al cinema europeo”
Aleksej Shushev, produttore musicale: “Il film che ho visto, ‘Per amor vostro’, è una pellicola che fa riflettere. Mi è piaciuta soprattutto la musica: ha completato perfettamente la storia. Mi ha stupito molto quello che ha detto il regista, ovvero che hanno lavorato un intero anno alla composizione di questa musica”
“Sapevo che i russi erano molto amanti della cultura. Ma non mi aspettavo così tanto affetto!”, dice l’attrice Roberta Mattei al termine della proiezione del film “Non essere cattivo”