Ossezia del Nord, il volto autentico del Caucaso

Alla scoperta di un territorio antico, ricco di fascino, storia e tradizioni

La Repubblica dell'Ossezia Settentrionale-Alania è situata nel Caucaso del Nord. Confina a nord con il Kraj di Stavropol, a est con Cecenia e Inguscezia, a sud con la Georgia (Ossezia del Sud compresa) ed a ovest con il Cabardino-Balcaria
L’Ossezia del Nord è una regione montuosa. La montagna più elevata è il Monte Kazbek (5.033 m), seguito dal Monte Dzhimara (4.780 m). Anche altre cime raggiungono i quattromila metri
Questo territorio è ricco di fiumi. Il più grande è il fiume Terek
Gli osseti appartengono al gruppo etnico Iraniano e parlano la lingua osseta, la lingua legata ai Farsi
Il territorio dell'Ossezia settentrionale è abitato da migliaia di anni, grazie alla fertilità delle sue terre e per il fatto di trovarsi su un passaggio chiave delle vie commerciali che attraversano il Caucaso
Questo territorio è abitato soprattutto da osseti e russi. L’influenza russa nella regione aumentò nel XVII secolo, quando venne fondato il primo avamposto militare russo di Vladikavkaz. Nel corso dei secoli la popolazione locale è comunque riuscita a preservare i propri usi e costumi, dal cibo ai mestieri tipici del luogo
L’arrivo dei russi portò a un rapido sviluppo della regione, con la fondazione di industrie e la costruzione di collegamenti stradali e ferroviari
La Via militare Georgiana, ancora oggi un collegamento chiave attraverso le montagne, fu costruita nel 1799 e una linea ferroviaria venne poi costruita tra Vladikavkaz e Rostov sul Don in Russia
In questo territorio si sta lavorando per attirare turisti: negli ultimi anni sono stati fatti dei passi in avanti, soprattutto grazie alle fonti termali e alle bellezze naturali di questa regione
Tutte le montagne presenti sul suolo osseto fanno parte del Massiccio del Caucaso
Qui si trovano oltre tremila monumenti storici, molti dei quali sono custoditi nel Parco Nazionale di Alania e nella Riserva Nazionale dell’Ossezia
“Venite a scoprire le bellezze del nostro territorio, i paesaggi e le meraviglie naturali”, dice il presidente del comitato locale del turismo, Valery Torchinov
“Nel 2006 sono stato tra i primi a viaggiare per i villaggi montuosi del Caucaso. Ho iniziato a prendere accordi con proprietari di case e a collaborare con associazioni, per attirare nuovi turisti”, racconta Agarkov
Era evidente che i primi passi per attirare nuovi turisti dovevano partire dalle montagne
Vakats è un centro abitato molto popolato secondo gli standard locali. Artur, un abitante del posto, crede che il turismo potrebbe risollevare l’economia del territorio
Un giorno - dicono gli abitanti del posto - la gente scoprirà le meraviglie di questi luoghi e allora arriveranno in tanti
Gli osseti sono molto ospitali e aperti con gli stranieri, anche se si tratta di una società ancora tradizionale e conservatrice

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie