Il bagno santo dell’Epifania ortodossa

Nevica e soffia un forte vento in Kamchatka dove, così come nel resto della Russia, ogni anno nella notte tra il 18 e il 19 gennaio i fedeli celebrano l’Epifania ortodossa. Secondo la tradizione, nonostante le fredde temperature, i credenti si immergono tre volte nelle acque gelide di un fiume o di un lago, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Il bagno nel fonte battesimale, precedentemente benedetto da un sacerdote, è fra le tradizioni ortodosse più popolari e suggestive. Alcuni si immergono in costume da bagno, altri indossano una maglietta. Secondo gli esperti, è comunque importante seguire delle semplici ma fondamentali regole per non ammalarsi: è necessario evitare di nuotare, coprirsi bene dopo il bagno e non bere bevande alcoliche. Tra lo svestirsi, l'immergersi e il rivestirsi non devono passare in tutto più di cinque-sette minuti. È preferibile non restare in acqua per più di 20-30 secondi.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta