Italia e Russia insieme per la Siria. Gentiloni: Importante ruolo di Mosca

Lavrov durante la sua visita in Italia: Necessario rispettare il diritto umanitario e le risoluzioni dell'Onu

La Russia e l’Italia sono favorevoli per il rispetto incondizionato delle regole del diritto umanitario ad Aleppo, in Siria. Lo ha annunciato il ministro russo degli Esteri Sergej Lavrov al termine dei collqui con il collega italiano Paolo Gentiloni.

“Abbiamo affrontato la situazione relativa ad Aleppo – ha detto Lavrov, così come riporta l’agenzia di stampa federale -. La nostra posizione comune si basa sulla necessità del rispetto incondizionato del piano umanitario internazionale e sulla necessità di rispettare le risoluzioni delle Nazioni Unite”.

Il ministro ha poi aggiunto che da parte dell’opposizione siriana ci si aspetta che rompa con i terroristi, in primo luogo con il gruppo al-Nursa.

“Abbiamo parlato della crisi siriana e ancora una volta abbiamo convenuto che non esiste una soluzione militare al conflitto – ha aggiunto Gentiloni -. È necessario avviare un processo di transizione. E la Russia gioca un ruolo cruciale in questo processo”.

Qui la versione originale del testo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta