Elezioni Usa, i russi sceglierebbero Trump

Alcuni esperti sostengono che lo stile stravagante e i modi diretti di Trump abbiano fatto colpo sui russi. Nella foto, Hillary Clinton e Donald Trump.

Alcuni esperti sostengono che lo stile stravagante e i modi diretti di Trump abbiano fatto colpo sui russi. Nella foto, Hillary Clinton e Donald Trump.

: Getty Images
Lo rivela un recente sondaggio: il candidato repubblicano supererebbe Hillary Clinton con un margine di 23 punti. Le ragioni del consenso

Nonostante le dichiarazioni polemiche, le parole utilizzate da Trump nei confronti di Putin non hanno fatto altro che aumentare il “rispetto” dei russi verso il candidato americano alla Casa Bianca.

Secondo un recente sondaggio della WIN/Gallup International Association, realizzato in 45 Paesi su un campione di intervistati che copre quasi tre quarti della popolazione mondiale, la Russia è l’unico Paese dove Donald Trump supererebbe Hillary Clinton, con un margine di 23 punti.

Alcuni esperti sostengono che il suo stile stravagante e i modi diretti abbiano fatto colpo sui russi. “Si tratta di una figura controcorrente rispetto all’establishment. E i russi odiano l’establishment statunitense”, ha spiegato il giornalista russo Georgij Bovt.

Il fatto che la televisione statale russa si sia “schierata” dalla parte di Trump, ridicolizzando in un certo senso Hillary, ha ovviamente avuto un peso considerevole sulla sua popolarità nella Federazione.

Inoltre non mancano i politici russi che basano la propria popolarità su un’agenda populista che ricorda lo stile di Trump. Il blogger Ilya Varlamov ha definito il leader del partito nazionalista LDPR Vladimir Zhirinovskij, conosciuto per le sue dichiarazioni polemiche, una “brutta copia di Trump”. E lo stesso Zhirinovskij ha ammesso di essere attratto dallo stile del candidato repubblicano: “Parla liberamente - aveva spiegato Zhirinovskij nell’agosto scorso -, causando così una reazione immediata”.

Il Presidente russo Putin non ha mai incontrato personalmente Trump, nemmeno la volta in cui egli si recò in Russia nel 2013 per assistere al concorso Miss Mondo.

Leonid Dzunik invece, organizzatore di eventi e membro di Russia Unita, ha ammesso di essere favorevole a Trump per diverse ragioni. “Sostengo Putin, ma il mio sostegno a Trump non ha niente a che vedere con questo. Mi piace perché è stato capace di ottenere tutto da solo ed è riuscito a superare altri candidati - ha dichiarato Dzunik a Rbth -. Mi piace perché è un politico che guarda avanti. Della Clinton invece non mi piace il suo sorriso di plastica”.

Buona parte dei russi sono favorevoli a Trump poiché sostengono di non apprezzare la Clinton: Hillary è infatti vista come una persona che crea divisioni. “Non apprezzo il fatto che sia così focalizzata sulle guerre”, ha affermato Natalia Karpovich, ex vice direttrice del comitato delle relazioni familiari della Duma. “Non vorrei che questa donna diventi Presidente degli Stati Uniti, anche se normalmente appoggio le donne ai vertici”.

Il Presidente Putin ha accusato pubblicamente Hillary Clinton di aver orchestrato le proteste contro il governo che ebbero luogo a Mosca nel 2011.

Nonostante i sondaggi mostrino che Trump sta guadagnando terreno nella corsa alla Casa Bianca, è possibile che Mosca si ritrovi a dover trattare con Hillary Clinton nel caso in cui venga eletta. In tal caso si tratterebbe di uno scenario piuttosto duro per entrambi i leader delle due potenze, ma non si esclude che Bill Clinton potrebbe aiutare a distendere le relazioni tra Hillary e Putin. Sembra infatti che l’ex Presidente Usa e il capo del Cremlino continuino a mantenere rapporti cordiali.

Quando Bill Clinton visitò la Russia nel 2010, Putin si rivolse a lui dandogli del “tu”, invece di utilizzare le ben più diffuse forme di cortesia. Un atteggiamento che il leader russo utilizza solo con i capi stranieri con i quali ha buoni rapporti.

Ti potrebbe interessare anche: 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta