Il caso Savchenko e le trattative con gli Usa

Nadezhda Savchenko.

Nadezhda Savchenko.

: EPA
L’ex pilota ucraina condannata in Russia a 22 anni di carcere potrebbe essere scambiata con due cittadini russi detenuti negli Stati Uniti

Nadezhda Savchenko, la pilota ucraina condannata a 22 anni di carcere, potrebbe essere scambiata con due russi, Viktor But e Konstantin Yaroshenko, che stanno scontando la propria pena negli Stati Uniti. Le trattative tra Russia e Stati Uniti sono state rese note il 29 marzo 2016. “La parte russa avrebbe presentato una lista di concittadini per i quali sarebbe pronta a rilasciare l’ex pilota ucraina”, ha rivelato una fonte all’agenzia Interfax, secondo la quale sarebbero in corso le trattative. 

Le ragioni umanitarie

L'avvocato di Savchenko, Mark Feigin, non sarebbe a conoscenza di queste trattative. Subito dopo la sentenza di condanna, il Presidente ucraino Petr Poroshenko aveva annunciato di essere pronto a scambiare Savchenko con i russi Evgenij Erofeev e Aleksandr Aleksandrov, accusati di terrorismo e per questo detenuti in Ucraina. 

L’avvocato di Savchenko sostiene di non sapere perché ora sia emersa la notizia di una presunta trattativa con gli Stati Uniti e non più con l’Ucraina. Feigin non esclude che l’iniziativa possa essere stata proposta durante l’incontro a Mosca tra il segretario di Stato Usa John Kerry, il Presidente russo Vladimir Putin e il ministro russo degli Esteri Sergej Lavrov.

“Non so se gli Stati Uniti possano essere d’accordo, visto che Savchenko non è una loro cittadina. Ma se le motivazioni umanitarie fossero sufficienti, ciò potrebbe risultare una via d’uscita”, ha dichiarato il legale. 

Il compromesso

In un’intervista a Rbth, il direttore generale del Consiglio russo per gli Affari internazionali Andrej Kortunov non ha escluso che questa mossa possa essere il risultato dei colloqui portati avanti con Kerry. “La Russia ha sempre cercato di portare questa questione fuori dal processo di Minsk”, ha sottolineato l’esperto. Per questo, secondo lui, forse si è arrivati a un simile compromesso. Secondo le forze dell’ordine russe, spiega Kortunov, Savchenko in Russia sarebbe accusata degli stessi crimini che pesano su But e Yaroshenko in America. 

Così come si legge su Interfax, non sarebbe la prima volta che un prigioniero viene scambiato con più persone. “Nel caso della Savchenko, la questione riguarda una persona accusata di un reato grave come quello dell’uccisione di due cittadini russi. I due detenuti con i quali potrebbe essere scambiata invece non hanno commesso alcun omicidio”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta