Smantellata cellula dell’Isis nel Caucaso del Nord

Stava organizzando nuovi attentanti e reclutando combattenti pronti ad arruolarsi nelle fila dello Stato Islamico

Nel Caucaso del Nord è stata annientata una cellula dell’Isis. L’operazione è avvenuta nella Cabardino-Balcaria (una repubblica della Federazione Russa, a 1.600 chilometri da Mosca) ed è stata condotta domenica dai servizi segreti russi.

Si tratta dell’intervento più grosso dell’ultimo periodo per numero di arresti, undici in tutto. Nel luogo dove si nascondeva il gruppo sono state trovate armi, munizioni e materiale per la realizzazione di ordigni.

Il gruppo era impegnato nel reclutamento di nuovi combattenti per l’Isis e, a quanto pare, stava studiando atti terroristici.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie