A Roma il Gran Ballo Russo

Costumi d'epoca, musiche ottocentesche e un premio letterario. Cronaca di una serata particolare nel cuore della capitale italiana

Un tripudio di merletti, acconciature intarsiate con boccoli e fili di perle, gonne rigonfie come meringhe circondate da ballerini in frac che ne dribblano l’ampiezza durante le evoluzioni di una quadriglia francese o un valzer spagnolo: è questo lo sfarzoso corteo di dame e cavelieri andato in scena nei giorni scorsi a Romapresso l’Hotel St. Regis, per il Gran Ballo Russoche ha inaugurato l’Anno incrociato del Turismo Italia-Russia. La serata di gala, che ha ricostruito l’atmosfera dei balli dell’800-inizi ‘900 in Russia, è stata organizzata dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca (www.danzastorica.it) e da Yulia Bazarova di “Eventi Rome” (www.eventi-rome.com). 

All’interno del programma, la prima edizione del Premio letterario “Pushkin”, vinto dalla scrittrice italiana Antonella Anedda, innamorata della cultura russa sin dall’età di 12 anni quando alla radio ascoltò una poesia del poeta Aleksander Blok. Ospiti della serata la ballerina russa Natalia Titova, del varietà televisivo “Ballando con le stelle”, che, sulle note del Valzer dei fiori di Cajkovskij, ha interpretato Anna Karenina, protagonista dell’omonimo romanzo di Tolstoj, per poi concedersi qualche passo di danza con il compagno, il campione italiano di nuoto Massimiliano Rosolino.

Tra i rappresentanti istituzionali presenti, l’Ambasciatore del Giappone in Italia, Masaharu Kohno, insieme con la moglie,Marco Bruschini, “Direttore centrale promozione, supporto alla commercializzazione e club di prodotto” dell’ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, e Oleg Osipov, Direttore del Centro russo di Scienza e Cultura. Presenze che dimostrano come il Gran Ballo Russo, quest’anno alla sua seconda edizione, si sia trasformato inun evento istituzionale dove, tra un giro di valzer e l’altro, s’intrecciano rapporti, si scambiano idee e contatti. 

“Con il Gran Ballo Russo si dà inizio all’Anno incrociato del Turismo Italia-Russia e la cultura russa e quella italiana s’incontrano proprio come i partecipanti venuti qui stasera da diverse parti d’Europa”, introduce Nino Graziano, passando poi la parola a Marco Bruschini, direttore centrale promozione dell’ENIT, che aggiunge: “Il 2014 sarà un anno importante per i rapporti tra i due paesi. Già alla fine del 2013 abbiamo avuto dati molto positivi con circa 1 milione di visti”. “Un record storico – preciserà poi a Russia Oggi – ottenuto anche grazie all’attività del Consolato italiano a Mosca e a quella dell’ENIT. Credo che l’Anno del Turismo sia davvero una grande occasione per incentivare i rapporti tra i due paesi, rafforzando quanto ci dicono i dati che nel 2013 hanno registrato un +27% di turisti russi in Italia”. 

E nel frattempo, dopo i risultati incoraggianti, c’è già chi si porta avanti con progetti futuri: “Forse fisseremo la prossima edizione del Gran Ballo Russo per il prossimo dicembre in modo da farlo coincidere con la chiusura dell’Anno incrociato del Turismo italo-russo così come abbiamo fatto per l’apertura e di sicuro anche per la prossima edizione del Gran Ballo Russo‘Eventi Rome’ rinnoverà il suo contributo all’organizzazione dell’evento”, dichiara Yulia Bazarova di ‘Eventi Rome’, che indossa un vestito rosa antico con mantellina color oro “ispirato a una foto del Metropolitan Museum”, e in particolare ad un modello del grande costumista Worth, precisa Paola Cozzoli, stilista e autrice dell’abito di Yulia Bazarova, arricchito per l’occasione da un dettaglio portafortuna: una spiga di grano dorata ricamata sui lunghi guanti bianchi di seta e sulla parte anteriore del vestito. Intanto i partecipanti accalcati nell’atrio dell’Hotel St. Regis davanti alla porta della sala da ballo attendono di fare il loro ingresso, che dev’essere rigorosamente in coppia. Le dame però sono di più dei cavalieri. E allora senza tante cerimonie una dama spaiata dice all’altra: “Entriamo insieme?”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta