Attentato di Boston, sospettati due fratelli ceceni

I due giovani di origine cecena sarebbero sospettati di aver preso parte all'attentato alla maratona di Boston (Foto: Reuters/Vostock Photo)

I due giovani di origine cecena sarebbero sospettati di aver preso parte all'attentato alla maratona di Boston (Foto: Reuters/Vostock Photo)

Colpo di scena nelle indagini delle bombe alla maratona: Talerman e Dzhokhar Tsarnaev sono stati individuati come i possibili bombaroli. Il primo è morto in uno scontro a fuoco con la polizia, il secondo è in fuga

A portare la morte alla maratona di Boston del 15 aprile 2013 sarebbero stati due fratelli di origine cecena, immigrati regolari negli Stati Uniti. Già all'indomani dell'attentato, che ha causato tre vittime durante la manifestazione sportiva nella città americana, l'Fbi aveva diffuso le immagini dei due sospetti.

Grazie a quelle foto li avrebbe riconosciuti nella notte del 19 aprile 2013 un poliziotto della sicurezza interna del campus universitario del Mit di Boston, intervenuto dopo la segnalazione di schiamazzi. I due, poi identificati come Talerman Tsarnaev, 26 anni, e Dzhokhar Tsarnaev, 19, dopo aver ucciso l'agente, hanno cercato di coprirsi la fuga rispondento al fuoco degli altri poliziotti intervenuti.

Talerman, ferito in una sparatoria nel sobborgo di Watertown, è poi deceduto in ospedale, mentre suo fratello continua nella sua fuga, armato fino ai denti. Nei dintorni di Watertown è in corso la più grande caccia all'uomo che gli Stati Uniti ricordino dall'11 settembre 2001.

Chi sono i due fratelli Tsarnaev
Sui due giovani, intanto, spuntano le prime informazioni. Il ricercato, Dzhokhar, è uno studente della Cambridge Ringe and latin school e si professa islamico, secondo quanto si legge nel suo profilo su Vkontakte. Sul social network russo scriveva anche di aver studiato in passato (probabilmente alle scuole elementari) a Makhachkala, nella repubblica caucasica del Daghestan, e di conoscere tre lingue (russo, ceceno e inglese). Il suo dichiarato "obiettivo principale" sono i soldi e la carriera. Descrive, poi, la sua visione del mondo ne "l'Islam"; è iscritto a una serie di gruppi vicini alla Cecenia e riporta un versetto del Corano: "Fate del bene, perché Allah ama coloro che fanno il bene".

Come riferiscono fonti citate dal New York Times, la famiglia dei Tsarnaev ha vissuto per breve tempo a Makhachkala, la capitale del Daghestan, prima di trasferirsi negli Stati Uniti.

Una foto del 19enne Dzhokhar ricercato dalla polizia, sospettato di essere l'autore della strage di Boston (Foto: AP)

Irina Bandurina, segretaria del direttore della Scuola n° 1 di Makhachkala, contattata dall'Eco di Mosca, ha raccontato che la famiglia Tsarnaev ha lasciato il Daghestan per gli Stati Uniti nel 2002, dopo aver vissuto lì per circa un anno. "Nel 2001 Dzhokhar ha frequentato la prima classe; è rimasto solo un anno, poi se ne è andato in America". La Bandurina ha aggiunto che il nucleo, composto dai genitori, due maschi e due femmine, aveva vissuto in Kirghizistan in precedenza. 

Un ex compagno di scuola di Dzhokhar Tsarnaev al Cambridge Ringe and latin school di Boston lo descrive come "molto dolce", aggiungendo: "Non ho mai sentito nessuno dire qualcosa di negativo su di lui". Un'altra amica, Meron Woldemariam, 17 anni, manager della squadra di pallavolo della scuola, in cui militava Dzhokhar, ha detto che il giovane in fuga aveva lasciato la squadra nel bel mezzo della stagione. Anche Meron lo descrive come un ragazzo normale, socievole, amichevole e divertente con cui parlare.

Secondo quanto riportato da Ria Novosti, Dzhokhar e Talerman Tsarnaev appartenevano a una famiglia di profughi della Kirghisia. Il direttore della scuola Temirmagomed Davodov ha dichiarato a Interfax che anche Talerman, morto nella sparatoria, aveva studiato nello stesso istituto. Stando alle informazioni della Nbc News Dzhokhar Tsarnaev sarebbe nato in Kirghisia, mentre Tamerlan in Russia. Quest'ultimo ha lasciato su YouTube le sue clip preferite, tra cui i video di un rap russo e altri filmati sull'Islam sciita.

Tamerlan ottenne la cittadinanza americana nel 2007, dopo il fratello. Secondo quanto si legge su Lenta.ru, i due si sarebbero trasferiti negli Usa insieme alla famiglia tra il 2002 e il 2003. Talerman, secondo la Cnn, avrebbe studiato Ingegneria al Bunker Hill Community College e per molti anni ha fatto boxe.

Intanto, attraverso il suo portavoce Alvi Karimov, il leader della Cecenia Ramzan Kadyrov chiede di non associare i due attentatori alla Cecenia, perché, come riporta Interfax, i fratelli Tsarnaev non vivevano in Cecenia da molti anni: "Secondo quanto sappiamo, la famiglia dei fratelli Tsarnaev se ne è andata dalla Cecenia molto tempo fa, verso altre regioni. Si erano trasferiti in Kazakhstan e da lì negli Stati Uniti, dove i membri della famiglia avevano ricevuto il permesso di soggiorno".

Un funzionario della Repubblica del Kirghizistan ha detto alla Cnn che i fratelli Tsarnaev erano titolari di passaporto kirghisi e che hanno utilizzato quei passaporti per ottenere la green card negli Stati Uniti. Molti profughi del conflitto del Caucaso ricevettero passaporti o lo status di rifugiati nei Paesi circostanti.

Due fonti hanno detto alla Cnn che Dzhokhar Tsarnaev era entrato negli Stati Uniti come turista con la sua famiglia nei primi anni 2000 e successivamente aveva chiesto asilo politico. È diventato un cittadino naturalizzato degli Stati Uniti nel 2012. Tamerlan Tsarnaev non era un cittadino naturalizzato, era arrivato "qualche anno dopo" e divenne un immigrato regolare negli Usa come un titolare di carta verde.

Dzhokhar Tsarnaev aveva lavorato come bagnino in una piscina presso la Harvard University, come ha riferito George McMasters, che lo aveva assunto circa due anni e mezzo fa e si è detto impressionato per la sua etica del lavoro. "Andava d'accordo con gli altri, un giovanotto senza pretese e quindi è sorprendente e scioccante vedere la tragedia che ha portato alla città".

GLI AGGIORNAMENTI DEL 20 APRILE 2013

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta