Migrazione, più di 5.000 tifosi rimasti illegalmente in Russia dopo i Mondiali

Reuters

Più di 5.000 stranieri volati in Russia per i Mondiali di Calcio 2018 con in tasca il passaporto del tifoso si trovano ancora oggi sul territorio della Federazione in modo irregolare. I dati sono stati diffusi dal Ministero degli Interni, così come riportaRossijskaya Gazeta. La Coppa del Mondo aveva infatti attirato nel paese più di 650.000 supporter. 

“La maggior parte di loro ha rispettato la legge ed è uscita dal paese senza superare il tempo limite previsto per il soggiorno”, ha fatto sapere Andrej Kayushkin, vicedirettore del Dipartimento di Migrazione del Ministero. “Ma in data 31 dicembre, risultavano ancora 12.000 persone nel territorio russo. Grazie a un lavoro portato avanti insieme all’FSB, siamo riusciti a ridurre il numero a 5.500”.

Kayushkin ha precisato che chi infrange la legge dovrà essere allontanato dal paese entro la fine di marzo. 

I titolari del passaporto del tifoso avevano ottenuto il permesso di restare in Russia senza visto fino al 31 dicembre 2018.

Ma secondo i dati del Ministero dell’Interno, il 1° gennaio si contavano ancora 9,7 milioni di stranieri, soprattutto originari dei paesi CSI e dell’Asia centrale: quasi mezzo milione in più rispetto all’anno scorso.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie