Le più belle parate di Babbi Natale russi in patria e all’estero

Aleksandr Avilov/Moskva Agency
Che Capodanno sarebbe senza Ded Moroz (“Nonno Gelo”) e la sua nipotina aiutante? In varie città russe i due protagonisti delle feste hanno marciato portando allegria. E si sono spinti fino a New York!

Il Capodanno in Russia è inimmaginabile senza il Babbo Natale russo, Ded Moroz (“Nonno Gelo”) e la sua nipotina e aiutante Snegurochka (“Signorina Neve”). I russi amano calarsi nello spirito delle feste, vestirsi come questi personaggi di fantasia e partecipare alle sfilate che vengono organizzate in tutto il Paese!

Questi festival all’aperto con canti, balli, attività varie e intrattenimento riuniscono persone di città grandi e piccole. In previsione della festa più sentita dell’anno, decine (e in alcuni casi centinaia) di Ded Moroz e Snegurochka hanno sfilato a Uljanovsk come a Ufà, a Kazan, a Rostov e a Zlatoust, solo per citare alcuni posti. In poche parole, pressoché ovunque.

“Ded Moroz ci dà una sensazione di felicità e magia, e questo è molto importante adesso, vorrei che i bambini credessero in lui il più a lungo possibile”, ha detto una persona che partecipava alla parata dei Babbi Natale di Kazan. 

Al di là dei confini

Ma anche gli stranieri hanno avuto la possibilità di vedere Ded Moroz e Snegurochka in azione. Più di 100 esemplari del Babbo Natale russo con nipotina al seguito hanno sfilato a New York, in piena Manhattan, il 23 dicembre. Hanno augurato buone feste a tutti e hanno distribuito souvenir russi.

“Quando gli americani vedono il nostro Ded Moroz, la maggior parte di loro lo scambia per Santa Claus, solo lo trovano più bello e affascinante”, ha sottolineato Igor Kochan, l’organizzatore dell’evento. “Spieghiamo loro che il suo costume e aspetto sono diversi, così come la leggenda che gli sta dietro. Le persone si fanno volentieri un selfie e imparano persino qualche frase russa”. A proposito, sapete come si augura “Buon Anno Nuovo”? S novym godom!

Come era il Capodanno ai tempi dell’Urss? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie