È morto Aleksej Bukalov, primo giornalista russo a seguire il Papa nei viaggi internazionali

Ilyailyan/Wikipedia
Aveva 78 anni. A lungo a capo degli uffici della Tass di Roma, è stato per due decenni nel pool di giornalisti che si occupava stabilmente del Pontefice. Era anche un grande studioso di Pushkin

Il giornalista russo esperto di questioni internazionali Aleksej Bukalov, che per molti anni è stato a capo dell’ufficio di corrispondenza dell’agenzia Tass in Italia e in Vaticano è morto all’età di 78 anni.

Come comunica la Tass, Bukalov è morto a Roma. Era nato a Leningrado (oggi, San Pietroburgo) nel 1940 e aveva avviato la sua carriera come diplomatico, diventando giornalista sul finire degli anni Ottanta. Nel 1991 iniziò a dirigere l’ufficio della Tass in Italia.

Bukalov è stato il primo giornalista russo ad accompagnare il Pontefice nei suoi viaggi internazionali. È stato nel pool vaticano per oltre vent’anni e ha scritto il libro “S pontifikami po belu svetu” (“Con i Pontefici in giro per il mondo”). 

Inoltre, Bukalov è stato un grande studioso dell’arte di Aleksandr Pushkin e ha scritto due libri dedicati al grande scrittore russo, dando vita a un nuovo indirizzo nello studio del poeta, quello sul “Pushkin all’estero”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie