“Lenin è resuscitato!”: Al mausoleo arriva l’ambulanza e sui social network esplode l'ironia

Oleg Lastochkin/Sputnik
Il 19 ottobre sulle reti sociali è apparsa la foto di un gruppo di soccorritori che correvano verso il mausoleo dove riposa la salma del leader della rivoluzione

L’ambulanza che arriva a tutto spiano. Un team del pronto soccorso che scende di fretta.... ed entra nel mausoleo di Lenin in Piazza Rossa! “Lenin è tornato in vita”. “Lenin è resuscitato!”. Ha generato grossa ilarità l’arrivo di un’ambulanza in Piazza Rossa. Il 19 ottobre è infatti stata pubblicata sulle reti sociali la foto di un gruppo di soccorritori che correvano verso l’ingresso del mausoleo dove riposa la salma del leader della rivoluzione. L’immagine è diventata in poco tempo virale e ha suscitato i commenti più svariati. “Lenin è resuscitato”, hanno scritto vari utenti.

Ovviamente il pronto intervento non è stato chiamato per prestare soccorso al leader del bolscevichi tornato in vita, bensì per aiutare un visitatore che si è sentito male durante il tour all’interno del mausoleo.

“Preparatevi, borghesi, Lenin si è svegliato”

“Lenin è vivo! Non è un caso che il mausoleo sia chiuso per pranzo”

“Lenin è resuscitato tra i morti”

E fra i vari commenti, c’è anche chi ipotizza che l’ambulanza sia stata chiamata per soccorrere i visitatori in stato di shock per il risveglio del leader comunista.

“Lenin è tornato in vita e i turisti si sono sentiti male”

Altri utenti hanno fatto notare che si trattava di uno scherzo di cattivo gusto, visto che il caso riguardava una persona che si era sentita male sul serio. “Non c’è nulla di meschino - ha risposto qualcuno -, i commenti ironici ovviamente non erano rivolti alla persona che si è sentita male”.

Il nostro approfondimento sui segreti del mausoleo

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie