Tredici foto dimostrano che la gioventù sovietica sapeva come spassarsela

I negozi non erano pieni come oggi, ma chi è cresciuto nell’Urss ha di cosa aver nostalgia. Tra escursioni estive, vita comune nei dormitori e feste varie, il divertimento non mancava

Mens sana in corpore sano era una delle massime che governavano le vite dei cittadini sovietici. Sci, escursioni e calcio: i giovani non restavano mai seduti a casa e praticavano molto sport.

Guidare un trattore era così sexy!

I neodiplomati della capitale celebravano sempre la fine della scuola e l’ingresso nella vita adulta sulla Piazza Rossa, camminando poi sui lungofiume della Moscova fino al mattino presto.

Il dormitorio della Università Statale di Mosca era una comune molto cool. I coinquilini facevano tutto insieme: cucinavano, studiavano per gli esami e si divertivano.

Ecco l’élite della nazione: i cosmonauti, e tra di loro molte ragazze, come potete vedere. Dopo il primo volo spaziale di Gagarin del 1961, per la maggior parte dei bambini sovietici “diventare cosmonauta” divenne l’obiettivo nella vita.

Entrare nell’esercito era una professione prestigiosa e tutti i giovani erano obbligati a prestare servizio militare per almeno due anni (“restituire un debito alla Patria”). Se un ragazzo non prestava servizio nell’esercito, le ragazze potevano persino rifiutarsi di uscire con lui.

La danza era una parte importante di tutte le celebrazioni e l’amicizia tra le nazioni era un elemento importante negli slogan sovietici. Questa serata è chiaramente una celebrazione dell’amicizia internazionale.

Il Primo maggio era una delle festività più attese. In questa foto, le donne di una società di volontariato per la cooperazione con l’esercito partecipano a una parata nel centro di Mosca.

Era molto importante essere un membro del Komsomol (l’Unione della Gioventù Comunista Leninista di tutta l’Urss). La cerimonia di ammissione era un grande giorno per la gioventù sovietica.

L’escursionismo era un altro hobby popolare per la gioventù sovietica. Le rampicate sulle montagne della Crimea e nella regione del Caucaso sono state commemorate in tante canzoni di quei tempi. I giovani suonavano la chitarra e intere generazioni si sono innamorate così.

I volontari trascorrevano le estati nei campi di costruzione e per tutti quelli che sono diventati grandi nell’Unione Sovietica questo è uno dei ricordi preferiti.

La raccolta di rottami metallici e di carta per il riciclaggio era motivo di orgoglio per i cittadini sovietici. A loro importava del benessere del pianeta prima che diventasse di moda!

Il pattinaggio su ghiaccio era una buona occasione per un appuntamento, proprio come la discoteca, e questo è stato romanticizzato nel popolare film sovietico “Pokrovskie Vorota/ The Pokrovsky Gate”.

Cinque oggetti banali che erano sogni proibiti per i cittadini dell’Urss 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie