Dieci esempi di letteratura trash russa, che uniscono militarismo e fantasy

Draghi e stregoni che combattono con Stalin, elfi al fronte della Seconda guerra mondiale, spetsnaz sensitivi operativi in Siria, paracadutisti della Russia contemporanea impiegati contro gli orchi o chiamati dallo zar a invadere la Gran Bretagna. Le copertine sono tutte un programma…

1) Il sovrano rosso

Immaginate Stalin con draghi e poteri magici! Evidentemente ogni Paese ha matti per i quali ci si è dimenticati di chiamare i dottori. Sergej Shkenjov, per la collana “Nuovi eroi”, ha scritto la storia del leader sovietico che domina il mondo con la spada e la magia…

2) La battaglia di Palmira: lo spetsnaz sensitivo

La guerra siriana è di moda e non poteva mancare l’offerta di fantasy trash su questo tema. I vostri occhi non vi stanno ingannando: questo è davvero il titolo del libro. Leggendolo faremo certamente il tifo per il soldato dei corpi speciali russi che usa i sui poteri extrasensoriali per sconfiggere l’Isis, ma difficilmente ci vedrete in posa con una copia autografata del libro.

3) Il cavaliere che veniva dal nulla

Leggendo il sottotitolo “Un maggiore dei paracadutisti contro una gilda di stregoni”, capisci già che sarà una buona lettura. Soprattutto visto come questo Chuck Norris de noantri regge la spada.

4) Il tenente che viene dal futuro

Va sottolineato che quasi tutti i libri di questo elenco hanno un sottotitolo. È evidentemente stato pensato per quelli di noi che potrebbero trovare troppo complesso o criptico il titolo in sé e la copertina. Nel caso in cui il fotomontaggio di qualità discutibile che mostra l’immagine del ministro della Difesa russo, Sergej Shojgu, in piedi armato dietro a due politici ucraini inginocchiati e con le mani in alto, non fosse abbastanza esplicito, la titolazione aiuta: “Il tenente dal futuro”, “Uno spetsnaz del Gru contro i Bandera”. Il Gru, Direttorato principale per l’informazione, è il servizio informazioni delle forze armate russe. Bandera è il soprannome dei nazionalisti ucraini e deriva da Stepan Bandera, leader ucraino che collaborò con i nazisti durante la Seconda guerra mondiale.

5) Apri il tuo cuore

Non possiamo decidere se questa è la rivisitazione soft porno di Twilight o di Underworld, o qualcosa di mezzo. Ma ha sicuramente tutti gli ingredienti di un blockbuster hollywoodiano vietato ai minori di anni 14, con elementi di horror e una fanciulla a tette praticamente fuori sulla copertina!

6) “Patria” lo Sterminatore

Per favore, per favore, per favore, qualcuno invii questa foto alla Marvel! Ma perché gli artigli di questo bestione sotto anabolizzanti escono da punti diversi delle due mani? E chi è questo Sterminatore di nome “Patria”? È il figlio dell’amore tra Wolverine e Sabertooth? Possiede i poteri di entrambi? Noi (si spera) non lo sapremo mai.

7) La favorita: una bellezza che viene dal futuro

Sono l’unico che sta notando la preferenza ricorrente per il futuro da parte di questi autori autoproclamati? Quello che abbiamo qui è la prova evidente che i tre moschettieri di Alexandre Dumas, con tutta la loro francesità, non avevano abbastanza classe per resistere a questa biondina del XXI secolo con una borsa Louis Vuitton. Ragazzi, come sono saliti gli standard.

8) La sentinella dell’Orsa maggiore

Sottotitolo esplicativo: “Il nostro uomo nella città degli Orchi e degli Elfi”. Ora guardaci negli occhi e dì che non sei mai stato un fan delle storie in cui un poliziotto è teletrasportato in un’altra dimensione e aiuta a combattere una guerra.

9) Morte alla Gran Bretagna: lo zar ce lo ha ordinato!

Perché dei paracadutisti russi contemporanei, ma con berretti sovietici, rispondono agli ordini dello zar? Mah! Comunque attaccano la perfida Albione, iniziando a sparare alle guardie della Regina.

10) Il carrista

Qui abbiamo un elfo che è stato teletrasportato nell’Unione Sovietica della Seconda guerra mondiale per combattere al fianco delle truppe sovietiche contro la Germania nazista. La mia parte preferita di questa copertina è il look molto ariano dell’elfo. Potrei quasi dubitare che fosse un agente tedesco infiltrato.

Giochi di ruolo fantasy dal vivo: come i russi sfuggono dalla banalità della vita quotidiana 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie