È russa la “Regina della saldatura”: guardate come sono belle le sue opere

Weld Queen
Aleksandra Ivleva, classe 1985, sa dar vita e forma al metallo in modo incredibile. Figlia di un saldatore che le ha insegnato il mestiere, lei lo ha declinato e fatto diventare arte

Con un guardaroba di abiti speciali per la saldatura, Aleksandra non sacrifica la sua femminilità: ad esempio, combinando l’abito tradizionale russo con una maschera da saldatore in stile kokoshnik; o un vestito da notte e un abito da angelo, tutto realizzato in materiale non metallico, ovviamente.

La donna, 32 anni, occupa con successo questa tradizionale posizione di lavoro maschile da diversi anni. Aleksandra si è attirata le attenzioni dopo aver creato un grande gatto in meditazione, chiamato Tihvami, per l’International Flower Show di Mosca nel 2015.

Spiega che tutte le persone, indipendentemente dalla loro religione, cercano la pace e la possibilità di meditare; così, decise di realizzare questa scultura affinché tutti venissero a meditare nelle sue vicinanze.

Da allora, la mente di Aleksandra ha fatto gli straordinari per generare nuove idee per sculture e altri progetti. Le piace particolarmente creare sedie a dondolo di varie forme (Boobs dragon, Madonna, Unicat), e le chiama sculture interattive. I suoi lavori hanno meno probabilità di essere visti nei musei che non nei parchi, dove sono usati come panchine, altalene, ecc.

Tihvami il gatto meditante fu poi raggiunto da un orso in meditazione, Ramishi.

Un suo blocco scultorio di angeli decora il parco divertimenti di Kudykina Gora nella regione di Lipetsk.

Ad Aleksandra piace anche realizzare originali lampade e candelabri, e ne ha uno a forma di enorme cuore umano.

A volte la “Regina della saldatura” (si fa chiamare così in inglese: “Weld Queen”) si diverte a fare oggetti metallici inimmaginabili, come questa pelliccia:

O un’avoska, una specie di borsa di rete usata frequentemente in Russia:

Una pochette da sera da donna:

Una borsa per signore muscolose:

O ancora un hamburger di elefanti:

Aleksandra ha ereditato le sue abilità da suo padre, un saldatore professionista. Un giorno si avvicinò a lui, chiedendo di mostrarle come funziona una saldatrice. Lui la mise volentieri a parte dei suoi segreti professionali e lei si innamorò del metallo.

Dal momento che usa la saldatura come un modo per creare oggetti unici e belli, Aleksandra si considera un’artista. Anche se la sua arte non le dà ancora da vivere, il numero di opportunità e di inviti ai festival è in aumento. Ad agosto parteciperà al Burning Man Festival in Nevada.

Brutale bellezza: il gioielliere russo che ha lasciato l’oro per il ferro 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie