Perché la Russia è così fredda?

Natalya Nosova
I ricercatori ce lo spiegano scientificamente. Però ci sono mesi e zone calde anche qui! Venite a godervi l’estate russa!

Tanto per cominciare, la Russia non è fredda. Beh, lo è. Ma non dappertutto… è più complicato di quanto sembri. La Russia è grande (perché così tanto? Abbiamo un articolo che risponde anche a questo), e, come è ovvio, il clima nell’Artico o in Siberia differisce da quello di Sochi e di altre città sulla costa del Mar Nero.

La temperatura media annuale a Jakutsk (Siberia orientale) è di -8,8 °C mentre a Sochi è di +14,2 °C (per fare un raffronto, a Milano è +13,8 °C e a Roma +17,6 °C). Da questo si può facilmente dedurre perché Jakutsk non sia una città ospitante la Coppa del Mondo mentre Sochi lo è, con il suo bello stadio Fisht, costruito per le Olimpiadi invernali del 2014. Mentre scriviamo questo articolo, a Mosca il termometro segna 27 °C e già molti moscoviti rimpiangono l’inverno e la nevicata record di pochi mesi fa (qui le foto). 

Tuttavia, la Russia è tra i Paesi più freddi del mondo. Quali sono le ragioni di questo fatto?

Niente montagne, niente calore

“Tradizionalmente, la Russia è considerata un Paese freddo. Le statistiche ufficiali dicono che la temperatura media annuale è di -5,5 °C”, afferma Aleksandr Beljaev, vicedirettore dell’Istituto di geografia dell’Accademia delle Scienze russa. Lo scienziato spiega che la situazione è connessa con le caratteristiche geografiche del Paese.

“Tutto il vasto territorio della Russia europea, dove l’aria generalmente si sposta da ovest a est, è aperto alle [fredde] masse d’aria dell’Artico”, osserva Beljaev. Non ci sono montagne sulle rive settentrionali della Russia per riparare il suo territorio dai venti artici: gli Urali vanno da nord a sud e il Caucaso si trova sulla frontiera meridionale della Russia. Aggiungete i mari freddi che abbracciano la Russia da Nord e otterrete quello che abbiamo: un Paese con un clima rigido.

Il Generale Inverno

Dato che il clima russo è davvero qualcosa a cui bisogna essere preparati, molti attribuiscono le vittorie militari della Russia sugli invasori stranieri (Napoleone nel 1812, Hitler dopo il 1941) all’influsso del cosiddetto “Generale Inverno”, lo spietato inverno russo che colpisce gli eserciti stranieri.

Sì, la Russia è fredda, ma ringraziare solo il clima per la sconfitta dei potenti invasori è un po’ esagerato. Ad esempio, il Generale Inverno fece soffrire l’esercito di Napoleone, ma solo dopo che l’esercito russo lo aveva sconfitto sul campo di battaglia e dopo l’audace piano di bruciare Mosca. 

“Il primo gelo, che ha segnato l’inizio dell’inverno, ha colpito l’esercito di Napoleone il 9 novembre”, scrisse Carl von Clausewitz, teorico e storico militare, e all’epoca Mikhail Kutuzov, il comandante in capo russo, aveva già respinto l’esercito francese. Il generale Inverno attaccò una Grande Armata già in ritirata. Ma fece, ad ogni buon conto, il suo lavoro.

Depressione da freddo

Di sicuro i russi sono abituati alle basse temperature (la soluzione è semplice: indossare vestiti caldi e restare al caldo durante l’inverno), ma non significa che si divertano. “Il freddo russo aiuta la mia salute”, scrisse Alekandr Pushkin, il più famoso poeta russo. Pushkin, così come molti altri autori russi, è stato brillante nel ritrarre l’inverno nella sua terra natale. Tuttavia, molti sembrano avere rapporti di amore-odio con questa stagione. Basta leggere queste citazioni, che sembrano grida di aiuto.

“La tempesta invernale infuria dal mattino vicino alla mia finestra, piangendo, ululando nelle cupe strade di Mosca. Fuori dalla mia finestra, i rami degli alberi si agitano come i peccatori all’inferno, una campana suona tristemente… Che tempo! Che Paese!”, scrisse Ivan Turgenev in una lettera disperata.

Molti altri lo riecheggiano. “Che cattiveria essere condannati a un simile clima, a volte ti chiedi perché sei stato mandato qui”, si lamentò rabbiosamente il poeta lirico russo Fedor Tjutchev. Ilijà Ilf, un autore satirico, suppose che gli spazzini russi si suicidino quando improvvisamente nevica pesantemente ad aprile. E questo accade di tanto in tanto: ad esempio, quest’anno ha nevicato con forza a metà maggio (ecco le foto). 

E allora? La Russia può davvero essere fredda, ma ciò non significa che qui non sia mai caldo e non ci si possa godere l’estate. “Goditi l’estate della tua vita, dato che poi viene sempre l’inverno”, scrisse una volta Harry Harrison. E nessuno lo sa meglio dei russi.

Ma i russi sono davvero più resistenti degli altri al freddo? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie