San Pietroburgo: la donna che trasforma i bus di linea in un tour nell’arte e nella storia

Natalia Solonstova
Natalia è un semplice controllore, ma invece di limitarsi a staccare biglietti e verificare che tutti paghino la corsa, invita a godersi panorami e monumenti e racconta quello che si vede fuori dal finestrino

Natalia Solonstova, 54 anni, era un controllore come tanti sulla linea 24 degli autobus cittadini fino a quando un giorno, facendo un respiro profondo, ha annunciato: “Stiamo viaggiando in uno dei percorsi più pittoreschi di San Pietroburgo. Stiamo attraversando l’intero centro città. Ecco la Prospettiva Nevskij. Guardate fuori dai finestrini, e potrete vedere molti luoghi famosi”. Da allora la sua giornata lavorativa è stata punteggiata da storie che racconta ai passeggeri sugli edifici e i monumenti di riferimento che stanno scorrendo fuori dai vetri del bus. 

Ha sempre amato la sua nativa San Pietroburgo. Dopo essersi stancata di lavorare in un ufficio in una società di consulting (dove è rimasta per 11 anni, dopo una giovinezza da pedagoga), ha deciso di cambiare vita e di trovarsi un posto come controllore. “Lavorare su un autobus significa movimento e comunicazione costante con le persone”, ha detto Nadezhda al sito di notizie locali Sobaka.ru

Natalia fu inizialmente sconvolta da quanto rudi fossero i russi con i controllori (che in Russia vendono anche il biglietto a bordo), ma lei sorrideva sempre e augurava loro il buongiorno, e presto divennero più amichevoli. Le piace la sensazione di libertà che la sua giornata di lavoro le porta.

Ora ha pochissime risposte sgarbate dai passeggeri. Ci sono state solo un paio di occasioni in cui la gente l’ha corretta su questioni di fatto minori o ha iniziato a discutere su alcuni problemi. “Ma questo è fatto senza alcuna aggressività: ai pietroburghesi piace parlare della loro città”. 

Ogni volta Natalia prova ad aggiungere dettagli e storie interessanti; legge e rilegge costantemente libri sulla città: uno dei suoi preferiti è il racconto di Nikolaj Gogol, “La Prospettiva Nevskij”,  “perché trasmette un’atmosfera incredibile”. 

Natalia non considera ciò che fa come qualcosa di insolito. Sta semplicemente facendo il suo lavoro e cerca di organizzarlo in modo tale che sia piacevole per lei e per i suoi passeggeri.

 

Sapreste riconoscere a colpo docchio un pietroburghese doc? Eccone lidentikit

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale