Tennis, scacchi e teatro: così i nobili della Russia zarista trascorrevano il tempo libero

Dominio pubblico
In questo periodo arrivarono dall’estero anche alcuni sport divenuti in breve tempo molto popolari, come il tennis e il croquet

Partita di tennis

Tennis. Questo tipo di sport ha iniziato a diffondersi in Russia negli anni Settanta del 1800 e gli appassionati giocavano sull’erba incontaminata delle grandi tenute nobiliari. Lo scrittore russo Lev Tolstoj adorava il tennis e a questo sport ha addirittura dedicato un passaggio nel libro “Anna Karenina”

Partita di scacchio nella tenuta Trubetskij, fine Ottocento

Scacchi. Questo gioco di strategia nel tempo è diventato sinonimo di Russia. Il poeta Aleksandr Pushkin e lo scrittore Mikhail Lermontov adoravano gli scacchi e all’epoca venivano addirittura organizzati grandi tornei notturni che coinvolgevano l’intellighenzia di quel periodo

Momento di svago in una scuola di Mosca, 1900

Croquet. Questo sport non richiede una particolare preparazione atletica. Per questo diventò molto popolare tra gli aristocratici dell’epoca. Arrivò in Russia nella seconda metà dell’Ottocento e veniva praticato soprattutto la mattina, dopo la colazione

Picnic in un bosco di betulle, inizio Novecento

Picnic. Verso la fine del XIX secolo l’aristocrazia russa iniziò ad appassionarsi ai picnic, una tradizione “importata” dall’Inghilterra. Durante la bella stagione si trascorrevano intere giornate nei parchi, mangiando e bevendo seduti su eleganti tovaglie

Festa di ballo a teatro, inizio Novecento

Teatro. Andare a vedere spettacoli e balletti era tra le attività preferite dell’élite di Mosca e San Pietroburgo. Al termine dello spettacolo spesso gli spettatori attendevano gli attori per salutarli e conoscerli personalmente

Momento di relax in dacia, inizio Novecento

Musica e spettacoli in casa. Per coloro che vivevano nelle tenute di campagna non era sempre possibile recarsi in città per andare a teatro. Ecco allora che gli spettacoli venivano allestiti direttamente in casa, grazie all’aiuto di attori e artisti professionisti che organizzavano esibizioni nelle tenute nobiliari

Giro in barca, inizio Novecento

Gite in barca. Quando il tempo lo permetteva, i nobili russi amavano rilassarsi con qualche gita in barca sui laghi

Momento di relax in dacia

Momenti di lettura. I russi sono sempre stati dei gran amanti della letteratura. E nel XIX secolo tra le famiglie della nobiltà era molto diffusa l’usanza di radunarsi e leggere a turno un libro

Giostre di una fiera nella regione di Nizhnyj Novgorod, inizio Novecento

Fiere. Durante i periodi di fiera, la vita degli aristocratici russi di un tempo veniva “stravolta” da giostre, dolci e caroselli

Giochi all'aria aperta

Scherzi e giochi in famiglia. Quando terminava la festa, i momenti di allegria proseguivano nelle case e nei parchi delle famiglie nobiliari, dove ci si divertiva a organizzare giochi e scherzi che coinvolgevano grandi e piccini

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale