Spief, memorandum tra imprenditori italiani e corporazione russa pmi

Il documento è stato siglato al Forum economico internazionale di San Pietroburgo. Aleksandr Braverman, direttore generale della corporazione: "La collaborazione commerciale tra gli imprenditori italiani e russi agevolerà il consolidamento del potenziale delle piccole e medie imprese dei due Paesi"

Nell’ambito del forum economico internazionale di San Pietroburgo, la Corporazione federale per lo sviluppo delle piccole e medie imprese (Corporazione MSP), e l’associazione degli imprenditori italiani in Russia GIM-unimpresa, hanno sottoscritto un memorandum d’intesa. Da parte della Corporazione MSP il documento è stato firmato dal direttore generale Aleksandr Braverman, mentre per GIM-Unimpresa dalla presidente Maria Luisa Barone. “L’ampliamento dei mercati della vendita di beni e servizi per le piccole e medie imprese, anche attraverso l’espansione della collaborazione internazionale, è uno degli obiettivi prioritari della Corporazione – ha evidenziato il direttore generale della Corporazione MSP Aleksandr Braverman -. L’instaurazione di una collaborazione commerciale tra gli imprenditori italiani e russi agevolerà il consolidamento del potenziale delle piccole e medie imprese dei due Paesi e permetterà di creare le basi per un ulteriore rafforzamento dei legami italo-russi”.

“L’Associazione GIM-Unimpresa è nata per sostenere e coordinare l’attività in particolare delle piccole e medie imprese, che costituiscono il nervo dell’industria italiana – ha sottolineato la presidente dell’associazione Maria Luisa Barone -. In questo momento di grande sviluppo dell’economia in Russia, siamo certi che esistono molte opportunità per la collaborazione e la cooperazione del piccolo e medio business dei nostri Paesi in vari settori dell’industria”.

Lo scopo principale della prossima collaborazione è quello di promuovere lo sviluppo dell’imprenditoria dei due Stati, creare relazioni economiche reciprocamente vantaggiose e sviluppare la cooperazione tra le pmi russe e gli imprenditori italiani. Le parti hanno confermato la disponibilità di facilitare la cooperazione tra le comunità imprenditoriali di entrambi i Paesi. Le iniziative congiunte comprendono la diffusione di informazioni sulle opportunità di business esistenti per le pmi russe e gli imprenditori italiani e l’aumento del livello della localizzazione della produzione delle aziende italiane sul territorio della Federazione Russa grazie all’inclusione nella loro catena di fornitori di pmi russe. La cooperazione sarà realizzata attraverso lo scambio di informazioni, l’organizzazione di riunioni e, in caso di necessità, tramite la creazione di gruppi di lavoro e comitati consultivi.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale