Manifestazioni di protesta, Europa e Usa chiedono rilascio dei fermati

L’Alto rappresentante per la politica estera Federica Mogherini: "Facciamo appello alle autorità russe perché rilascino senza indugio i manifestanti pacifici che sono stati arrestati"

Europa e Stati Uniti puntano il dito contro Mosca e chiedono il rilascio immediato delle persone fermate ieri durante la manifestazione di protesta nel centro della capitale russa.

“Le operazioni della polizia nella Federazione russa per tentare di disperdere le dimostrazioni e che hanno portato al fermo di centinaia di cittadini, tra cui il leader dell’opposizione Aleksej Navalnyj, hanno impedito l’esercizio della fondamentale libertà di espressione, associazione e assemblea pacifica, che sono diritti fondamentali previsti dalla Costituzione russa”, recita una nota del portavoce dell’Alto rappresentante per la politica estera Federica Mogherini.

“Facciamo appello alle autorità russe perché rispettino pienamente gli impegni internazionali che si sono assunti, tra cui quelli del Consiglio d’Europa e dell’Osce, e perché rilascino senza indugio i manifestanti pacifici che sono stati arrestati”.  

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale