Aumento dei prezzi e conflitti internazionali: ecco i timori dei russi

Le paure della popolazione fotografate in un sondaggio. A spaventare meno, i problemi legati alla famiglia

L’aumento dei prezzi e la minaccia dei conflitti internazionali. Sono queste le principali paure dei russi, fotografate in un sondaggio realizzato dal Centro Vtsiom. Un “indice della paura” studiato dai sociologi per capire quali sono i timori principali della popolazione che, secondo lo studio, mette all’ultimo posto i problemi della famiglia.

Il direttore del Centro Vtsiom Mikhail Mamonov ha spiegato che, secondo i risultati del sondaggio, il mese di dicembre 2016 sarebbe stato il mese più tranquillo dell’anno, probabilmente grazie alla stabilità del tasso di cambio del rublo. Inoltre avrebbero fatto bene all’umore dei russi anche le dichiarazioni fatte dalle autorità, secondo le quali il Paese starebbe lavorando per ottenere pace e stabilità.

Il sondaggio è stato realizzato il 24 e 25 dicembre 2016 in 130 città del Paese, su un campione di 1.600 persone. 

Ti potrebbe interessare anche:

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale