San Pietroburgo gelata vista dallo spazio

Frozen Saint Petersburg from space http://www.esa.int/ita/ESA_in_your_country/Italy/Immagine_EO_della_Settimana_San_Pietroburgo

Frozen Saint Petersburg from space http://www.esa.int/ita/ESA_in_your_country/Italy/Immagine_EO_della_Settimana_San_Pietroburgo

www.esa.it
La straordinaria immagine scattata dal cielo e pubblicata dall'Esa, l’Agenzia spaziale europea, mostra una Venezia del Nord completamente ricoperta di neve e di gelo

San Pietroburgo fotografata dallo spazio. Fonte: www.esa.intSan Pietroburgo fotografata dallo spazio. Fonte: www.esa.int

La Neva che scorre attraverso il centro di San Pietroburgo. E poi la grande superficie di neve e ghiaccio che ricopre il bacino di acqua, dove le navi rompighiaccio hanno creato un passaggio diretto per entrare al porto. Quella che apparentemente sembra un’immagine in bianco e nero, non è altro che la foto a colori di una San Pietroburgo gelata vista dallo spazio. La foto è stata scattata dal satellite Sentinel-2A e pubblicata sul sito dell’Esa, l’Agenzia spaziale europea. La scarsa vegetazione e la neve conferiscono poco colore all’immagine.

“Una delle caratteristiche più evidenti è la vasta area di neve e ghiaccio che ricopre l'acqua – si legge sul sito dell’Esa -. Osservando un po' più da vicino la sezione centrale bassa dell'immagine, possiamo vedere dove le navi rompighiaccio hanno creato un passaggio diretto da e per la città portuale di San Pietroburgo. Le navi in uscita dal porto procedono in direzione ovest seguendo un canale che attraversa la diga di San Pietroburgo a sud dell'isola di Kotlin, per raggiungere infine il Golfo di Finlandia”.

“Ci sono altre cinque aperture prive di ghiaccio lungo il tratto settentrionale della diga, dovute al fluire dell'acqua che ne previene il congelamento. Il complesso della diga, lunga 25 km, protegge la città dalle mareggiate e contemporaneamente funge da ponte tra la terraferma e l'isola di Kotlin”.

Qui la versione originale del testo

Ti potrebbe interessare anche:

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale