Putin firma nuova versione della Dottrina russa sulla sicurezza informativa

Tra gli obiettivi, contrastare l'ingerenza dei Paesi stranieri nella politica russa, aumentando la sicurezza dei sistemi informatici

Contrastare l'ingerenza dei Paesi stranieri nella politica russa, aumentando la sicurezza dei sistemi informatici. È con questo obiettivo che il Presidente Vladimir Putin ha firmato una nuova versione della "Dottrina russa sulla sicurezza informativa", un sistema per garantire la sicurezza informativa della Federazione Russa.

Come obiettivo strategico, la nuova dottrina si pone quello di costruire nello spazio informativo un sistema di relazioni internazionali non conflittuali. Il documento mette in luce anche la necessità di prevenire conflitti militari derivanti dall'uso di tecnologie dell'informazione.

Tra le varie minacce attuali, la nuova dottrina fa riferimento alla pressione psicologica e informativa dei servizi segreti di altri Paesi e alla discriminazione dei mezzi russi all'estero.

"I servizi segreti di alcuni Stati esercitano sempre di più una pressione informativa e psicologica per destabilizzare la situazione politica interna e sociale in diverse aree del mondo, minacciando l'integrità territoriale", dice il documento.

La Dottrina russa sulla sicurezza informativa fino ad ora in vigore era stata firmata dal Presidente russo nel settembre del 2000.