"Il Papa non visiterà Mosca in tempi brevi ma il desiderio c'è"

Lo ha dichiarato dal meeting di Rimini monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo di Mosca

Per il momento una visita del Papa a Mosca non è prevista in tempi brevi. Lo ha dichiarato oggi monsignor Paolo Pezzi, arcivescovo di Mosca, durante il Meeting di Rimini parlando del faccia a faccia tra Francesco e il Patriarca Kirill, avvenuto a Cuba nel febbraio scorso. “Una visita a Mosca non è in agenda in tempi brevi. Ma il desiderio c’è”, ha detto monsignor Paolo Pezzi.

L’arcivescovo di Mosca ha quindi affermato che è molto più probabile un eventuale nuovo incontro in un Paese terzo, o la “partecipazione comune del Papa e del Patriarca a un incontro o forum internazionale”.

Cuba “non ha risolto i problemi”, ha detto monsignor Pezzi, ma “andiamo verso un cammino assieme che avrà le sue tappe e desideriamo che sia verso la piena comunione, quando Dio lo vorrà. Oggi è importante avere la consapevolezza di camminare insieme”. 

Durante lo storico incontro di febbraio a Cuba, Papa Francesco e il Patriarca Kirill avevano firmato all’Avana una dichiarazione sulla difesa dei cristiani vittime delle persecuzioni in Medio Oriente e nel Nord Africa. Oltre a constatare questa posizione comune delle due Chiese, la dichiarazione faceva riferimento al tema della famiglia e alla perdita dei valori familiari. Alcuni punti del documento parlavano poi della guerra civile in Siria, del conflitto in Ucraina e della situazione dei rifugiati in Medio Oriente e in altre regioni.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta