Strage Giappone, Putin: "Crimine sconvolgente contro persone inermi"

Le condoglianze del capo del Cremlino al primo ministro giapponese Shinzo Abe dopo che un uomo ha ucciso a coltellate 19 persone in un centro per disabili a una cinquantina di chilometri da Tokyo

“Un crimine sconvolgente nella sua brutalità e cinismo”. Con queste parole il Presidente russo Vladimir Putin ha commentato la strage avvenuta in un centro per disabili non lontano da Tokyo, in Giappone, dove un uomo armato di coltello ha ucciso 19 persone, ferendone gravemente 25.

“Il crimine commesso contro persone inermi con disabilità è sconvolgente nella sua brutalità e cinismo", ha affermato Putin, esprimendo le proprie condoglianze al primo ministro giapponese Shinzo Abe, così come riporta l’ufficio stampa del Cremlino. 

La tragedia è avvenuta a una cinquantina di chilometri a ovest di Tokyo, dove vivevano 149 persone di età compresa tra i 19 ed i 75 anni. Il responsabile della strage è un ragazzo di 26 anni, ex dipendente della struttura che si è consegnato alla polizia. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta