Siria: la Turchia potrebbe mettere a disposizione propria base alla Russia

L'iniziativa, resa nota dal ministro degli Esteri turco Mevlüt Çavusoglu a pochi giorni dall'inizio di una nuova fase di dialogo tra i due Paesi, rientrerebbe nei progetti di lotta contro il terrorismo

La Turchia è disposta ad aprire almeno una delle sue basi aeree alla Russia per lottare contro l’Is in Siria. “Contro l’Is collaboreremo tutti - ha detto il ministro degli Esteri turco, Mevlüt Çavusoglu -. Apriamo la base aerea di Incirlik a chi vorrà partecipare in forma attiva alla lotta. Perché non fare lo stesso con la Russia?”. 

Le dichiarazioni arrivano dopo l’incontro di Çavusoglu con il ministro russo degli Esteri Sergej Lavrov, nell’ambito di una sessione del Consiglio di Cooperazione economica del Mar Nero, che si è tenuta a Sochi, in Russia. 

Çavusoglu ha quindi aggiunto che i Presidenti Putin ed Erdogan potrebbero trovarsi ad agosto proprio a Sochi, mettendo così fine al gelo politico causato dall’abbattimento del Su-24 russo da parte della Turchia nel novembre scorso. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta