Tver sigla un gemellaggio con la città toscana di Montemurlo

Il documento è stato firmato durante la visita del sindaco in Russia

La città di Tver, a 180 chilometri da Mosca, ha avviato un nuovo gemellaggio con Montemurlo (Prato). Il documento è stato siglato dal sindaco di Montemurlo Mauro Lorenzini durante la sua visita a Tver in occasione dei festeggiamenti per l’881 anniversario della città russa. 

I legami tra le due città hanno radici storiche molto profonde, hanno dichiarato le autorità di Tver al giornale Rossiyskaya Gazeta. Proprio a Tver nacque infatti Arsenij Zakrevskij, governatore generale di Finlandia e poi di Mosca, eroe della Guerra Patriotica del 1812, che morì 150 anni fa proprio nella cittadina toscana. 

Negli anni scorsi grazie a Tatyana Kritskaya, nata a Tver, e a suo marito Roberto Bellini, originario di Montemurlo, il ricordo di Zakrevskij in Russia è tornato vivo, a seguito anche di un ampio restauro della sua villa. 

Montemurlo è la seconda città italiana con la quale Tver sigla un gemellaggio: la prima fu Bergamo, con un protocollo di amicizia firmato nel 1997. Al momento Tver vanta gemellaggi anche con Buffalo (USA), Besançon (Francia), Budyonnovsk (Russia), Kaposvar (Ungheria), Veliko Tărnovo (Bulgaria), Yingkou (Cina), Lublino (Polonia), Osnabrück (Germania) e Hämeenlinna (Finlandia).

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta