Opec, Russia disposta a congelare produzione di petrolio

Il vice primo ministro Dvorkovich: “Aperti al dialogo se tutti i membri fossero d’accordo”

È in corso oggi a Vienna la riunione dell’Opec, i principali Paesi produttori di petrolio. Così come ha fatto sapere il vice primo ministro russo Arkadij Dvorkovich, la Russia è pronta a discutere di congelare la propria produzione nel caso in cui l’Opec sia concorde sulla questione. 

“Se tutti fossero d'accordo a congelare la produzione la Russia sosterrebbe tale decisione - ha detto Dvorkovich -. Come abbiamo già detto in passato, se ci fosse una posizione unita tra i Paesi produttori allora la Russia considererebbe tale questione”.

Secondo molti analisti però un accordo su un tetto alla produzione appare al momento alquanto improbabile vista la posizione intransigente dell’Iran, reduce da anni di sanzioni internazionali.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta